Medinews
20 Giugno 2013

SOPRAVVIVENZA A LUNGO TERMINE E PARAMETRI IMMUNOLOGICI IN PAZIENTI CON MELANOMA METASTATICO CHE RISPONDONO A IPILIMUMAB NELL’AMBITO DI UN ‘EXPANDED ACCESS PROGRAMME’

Ipilimumab può offrire risposte cliniche durature in pazienti con melanoma avanzato, tuttavia, non è stato ancora identificato alcun marcatore predittivo dell’attività clinica. I ricercatori dell’Istituto Toscano Tumori, Università di Siena, in collaborazione con colleghi dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena di Roma, hanno pubblicato sulla rivista Cancer Immunology and Immunotherapy i dati preliminari sulla correlazione tra parametri immunologici e risposta/sopravvivenza in pazienti con melanoma avanzato che hanno ricevuto ipilimumab (10 mg/kg ogni tre settimane per 4 dosi) (fase di induzione), seguito da una dose ogni 12 settimane dalla 24ma settimana, come terapia di mantenimento, nell’ambito di un programma di accesso allargato (Expanded Access Programme). Le valutazioni sul tumore sono state eseguite ogni 12 settimane. L’espressione del co-stimolatore inducibile delle cellule T (ICOS) sulle cellule T CD4+ e CD8+ è stata determinata al momento basale e dopo 7, 12 e 24 settimane e il ‘ratio’ tra numero assoluto di neutrofili (N) e linfociti (L) è stato calcolato al basale e dopo 4, 7 e 10 settimane. I risultati indicano una sopravvivenza globale mediana di 9,6 mesi (IC 95%: 3,2 – 16,1) nei 27 pazienti trattati con successo, con tassi di sopravvivenza a 3 e 4 anni del 20,4%. Cinque pazienti sono sopravvissuti > 4 anni. I pazienti con un incremento del numero di cellule T ICOS+ circolanti alla settimana 7 avevano maggiori probabilità di mostrare controllo della malattia e prolungata sopravvivenza. Un N/L inferiore alla mediana, in settimana 7 e 10, è stato associato anche a una migliore sopravvivenza rispetto a un N/L sopra la mediana. In conclusione, ipilimumab può indurre benefici di sopravvivenza a lungo termine nei pazienti con melanoma metastatico pesantemente pretrattati. Le variazioni del numero di cellule T ICOS+ circolanti o di N/L durante il trattamento con ipilimumab possono essere considerati marcatori iniziali di risposta. Tuttavia, viste le limitate dimensioni del campione sono necessari ulteriori studi per confermare i risultati.

Long-term survival and immunological parameters in metastatic melanoma patients who responded to ipilimumab 10 mg/kg within an expanded access programme. Cancer Immunology and Immunotherapy 2013 Apr 17 [Epub ahead of print]
TORNA INDIETRO