domenica, 21 luglio 2024
Medinews
20 Marzo 2013

NUOVO SISTEMA DI GRADUAZIONE DEL CARCINOMA RENALE A CELLULE CHIARE CHE INCORPORA LA NECROSI TUMORALE

Anche la prominenza nucleolare è importante; per il tumore papillare si dovrebbe usare il grado ISUP mentre per il cromofobo non si dovrebbe usare il sistema di graduazione

La definizione del grado del carcinoma renale ha un significato prognostico ed esiste un recente consenso dell’International Society of Urological Pathology (ISUP) che consiglia l’utilizzo della prominenza nucleolare per definire il grado del carcinoma renale a cellule chiare e papillare. Anche la necrosi tumorale microscopica può predire l’esito in modo indipendente dal grado del tumore. Gli autori dello studio pubblicato sulla rivista American Journal of Surgical Pathology (leggi abstract) hanno esaminato se l’incorporazione della necrosi microscopica tumorale nel sistema ISUP permettesse di ottenere maggiori informazioni sulla sopravvivenza rispetto al solo grado ISUP. I ricercatori neozelandesi e statunitensi hanno estratto dal Registro della Mayo Clinic i dati di 3017 pazienti con carcinoma renale a cellule chiare, di 556 pazienti con carcinoma papillare e di 180 che presentavano il sottotipo cromofobo, trattati chirurgicamente. I rispettivi periodi mediani di follow-up erano 8.9, 9.7 e 8.5 anni. Sono stati definiti quattro nuovi gradi, grado 1: ISUP grado 1 + ISUP grado 2 senza necrosi; grado 2: ISUP grado 2 con necrosi + ISUP grado 3 senza necrosi; grado 3: ISUP grado 3 con necrosi + ISUP grado 4 senza necrosi; grado 4: ISUP grado 4 con necrosi o tumori sarcomatoidi/rabdoidi. Tra i diversi gradi del carcinoma renale a cellule chiare è stata osservata una differenza significativa di sopravvivenza e l’indice di concordanza è risultato superiore a quello del grado ISUP. Il sistema di graduazione proposto sembrerebbe migliore anche del grado ISUP, dopo stratificazione secondo lo stadio TNM. Simili dati non sono stati ottenuti per il carcinoma renale di tipo papillare o cromofobo. In conclusione, la definizione del grado del carcinoma renale a cellule chiare dovrebbe essere basata sulla prominenza nucleolare e sulla necrosi; il grado ISUP invece dovrebbe essere usato per il carcinoma renale di tipo papillare e nel cromofobo non si dovrebbe definire il grado.


Renal Cancer Newsgroup – Numero 2 – Febbraio 2013
TORNA INDIETRO