domenica, 21 luglio 2024
Medinews
25 Giugno 2019

Niraparib monotherapy for late-line treatment of ovarian cancer (QUADRA): a multicentre, open-label, single-arm, phase 2 trial

Late-line treatment options for patients with ovarian cancer are few, with the proportion of patients achieving an overall response typically less than 10%, and median overall survival after third-line therapy of 5-9 months. In this study (QUADRA), we investigated the activity of niraparib monotherapy as the fourth or later line of therapy. QUADRA was a multicentre, open-label, single-arm, phase 2 study that evaluated the safety and activity of niraparib in adult patients … (leggi tutto)

Lo studio descrive l’attività di niraparib come agente singolo in una popolazione di 463 pazienti con tumori ovarici sierosi di alto grado, pretrattate con almeno tre precedenti linee di chemioterapia (mediana 4 nelle pazienti arruolate).
Il farmaco ha fatto registrare un tasso di risposta del 28% in una popolazione che per il 33% aveva arruolato pazienti resistenti e per il 35% refrattarie alla chemioterapia a base di platino. L’anemia e la piastrinopenia si confermano le tossicità più frequenti e più gravi del trattamento.
Lo studio è l’ulteriore conferma dell’attività dei PARP inibitori non solo nel setting del mantenimento, ma anche quando utilizzati come agenti singoli a potenzialmente rappresentare un cambio di paradigma in un trattamento che sempre più in futuro sarà chemo-free.
TORNA INDIETRO