lunedì, 22 luglio 2024
Medinews
3 Ottobre 2012

ESPRESSIONE DEL FATTORE RICOMBINANTE UMANO DI STIMOLAZIONE DELLA COLONIA DEI GRANULOCITI, NARTOGRASTIM, IN ESCHERICHIA COLI

Il fattore umano di stimolazione della colonia dei granulociti (hG-CSF) gioca un ruolo importante nella proliferazione e differenziazione delle cellule ematopoietiche ed è stato ampiamente utilizzato come agente terapeutico per il trattamento delle neutropenie. Nartograstim è un G-CSF commerciale con alterazioni della catena aminoacidica in posizioni specifiche, rispetto alla forma ‘wild-type’, che potenzialmente ne aumentano attività e stabilità. Scopo degli autori, dell’Instituto Butantan di San Paolo del Brasile, era sviluppare un sistema di espressione in Escherichia coli che portasse alla produzione di quantità elevate di hG-CSF ricombinante (rhG-CSF), biosimilare di nartograstim. La sequenza nucleotidica di hg-csf era un codon-ottimizzato per l’espressione in E. coli. I risultati indicano rese elevate di proteina ricombinante di adeguata purezza, integrità strutturale e attività biologica. Questa proteina è anche stata utilizzata con successo per la produzione, nei topi, di specifici anticorpi policlonali, che potrebbero essere utilizzati per il controllo dell’espressione e della purificazione nel processo di produzione industriale della stessa proteina ricombinante. I risultati dello studio permetteranno anche la pianificazione di una produzione su larga scala di questa versione mutante di hG-CSF (Nartograstim), quale potenziale nuovo biosimilare nel mercato.
TORNA INDIETRO