venerdì, 19 luglio 2024
Medinews
22 Novembre 2012

EFFICACIA DI UN PROGRAMMA DI PREVENZIONE SECONDARIA IN PAZIENTI CORONARICI CON BASSO LIVELLO DI ISTRUZIONE

Un programma iniziato durante la riabilitazione in ospedale e continuato con messaggi telefonici nei tre anni successivi è risultato efficace nella prevenzione secondaria dei pazienti di mezza età (≤ 58 anni) con malattia coronarica e basso livello di istruzione. Lo studio coordinato dai ricercatori tedeschi del Centre for Cardiovascular Rehabilitation di Leichlingen ha incluso 600 pazienti con malattia coronarica, 271 assegnati al gruppo di intervento e 329 a quello di controllo. I pazienti erano prevalentemente maschi (90%) e non avevano frequentato più di 10 anni di scuola (77%). Dopo 3 anni, il gruppo di intervento mostrava un migliore profilo di rischio: il rischio di infarto miocardico non differiva significativamente tra il gruppo di intervento e quello assegnato alle cure standard, ma lo spessore dell’intima-media si era ridotto nel gruppo assegnato al programma di prevenzione secondaria (aumento di 0,4 mm nei controlli vs riduzione di 0,03 mm; p = 0,014 differenza). Il gruppo di intervento ha manifestato inoltre un aumento significativo della qualità di vita legata alla salute. I tassi di mortalità, infarto del miocardio e ictus non erano diversi nei due gruppi, anche se altri eventi cardiaci erano meno frequenti nei pazienti assegnati al programma di prevenzione (p < 0,05). L’impatto positivo del programma di riabilitazione era più evidente nel gruppo ad alto rischio.

European Journal of Preventive Cardiology
TORNA INDIETRO