mercoledì, 8 febbraio 2023
Medinews
20 Luglio 2010

COSÌ SI CAPISCE SE IL DOLORE AL PETTO PUÒ ESSERE UN INFARTO

Il Canadian Medical Association Journal ha pubblicato un test in 5 punti, elaborato da ricercatori della Marburg University, che dovrebbe aiutare a capire meglio se il dolore al petto è causato da problemi alle coronarie o meno. Deriva da un’analisi di oltre 1.200 persone che si sono presentate dal medico di famiglia con dolore al petto. Sono stati identificati 5 fattori-chiave: età (superiore a 55 anni per gli uomini e 65 per le donne), presenza di una malattia vascolare, aumento del dolore durante lo sforzo fisico, percezione di dolore diversa da quella che si prova comprimendo il torace, sensazione che il dolore parta dal cuore. Basta che ce ne siano 3 per essere sicuri quasi al 90 per cento che dietro al dolore ci sia un infarto o quantomeno una malattia coronarica. “La diagnosi non sempre è facile – spiega Giuseppe Di Pasquale, presidente della Federazione Italiana di Cardiologia – soprattutto nelle donne, negli anziani o nei diabetici, in cui i sintomi delle malattie coronariche e dell’infarto sono atipici o molto sfumati. Inoltre, il dolore toracico spesso non ha a che fare col cuore, ma con dolori intercostali o legati al reflusso gastroesofageo”.
Canadian Medical Association Journal
TORNA INDIETRO