sabato, 13 luglio 2024
Medinews
8 Ottobre 2013

CONSUMO DI ALCOOL TRA IL MENARCA E LA PRIMA GRAVIDANZA: STUDIO PROSPETTICO SUL RISCHIO DI TUMORE MAMMARIO

Il consumo di alcool precedente alla prima gravidanza è stato consistentemente associato a un rischio maggiore di malattia proliferativa benigna della mammella e di tumore mammario. È noto che il consumo di alcool in età adulta nell’anno precedente alla diagnosi sia correlato al rischio di tumore mammario. Il tessuto mammario è particolarmente suscettibile ai cancerogeni nel periodo tra il menarca e la prima gravidanza a pieno termine ma nessuno studio ha fino ad ora caratterizzato il peso del consumo di alcool durante questo intervallo verso il rischio di malattia proliferativa benigna della mammella e di tumore mammario. I ricercatori della Washington University School of Medicine di St. Louis e Harvard Medical School di Boston hanno utilizzato i dati di 91005 donne dopo la prima gravidanza nell’ambito del Nurses’ Health Study II, che non avevano anamnesi di tumore e avevano completato nel 1989 un questionario sul consumo precoce di alcool e che sono state seguite fino al 30 giugno 2009 per analizzare il rischio di tumore mammario. Un sottogruppo di 60093 donne, che non avevano anamnesi di malattia proliferativa benigna della mammella o di tumore nel 1991 e seguite fino al 30 giugno 2009, è stato incluso nell’analisi della malattia proliferativa benigna della mammella. I rischi relativi (RR) sono stati stimati utilizzando la regressione del rischio proporzionale di Cox. Lo studio pubblicato sulla rivista Journal of the National Cancer Institute (leggi abstract) ha permesso di identificare 1609 casi di tumore mammario e 970 casi di malattia proliferativa benigna della mammella, confermati da revisione istologica centralizzata. Il consumo di alcool tra il menarca e la prima gravidanza, aggiustato per l’abitudine all’alcool dopo la prima gravidanza, è stato associato al rischio di tumore mammario (RR = 1.11 con un consumo di 10 g/giorno; intervallo di confidenza [IC] 95%: 1.00 – 1. 23) e di malattia proliferativa benigna della mammella (RR = 1.16 con 10 g/giorno; IC 95%: 1.02 – 1.32). L’abitudine all’alcool dopo la prima gravidanza mostrava un rischio simile per il tumore mammario (RR = 1.09 con 10 g/giorno; IC 95%: 0.96 – 1. 23), ma non per la malattia proliferativa benigna della mammella. L’associazione tra l’abitudine all’alcool precedente alla prima gravidanza e la neoplasia alla mammella sembrava essere più potente con il prolungarsi dell’intervallo tra il menarca e la prima gravidanza. In conclusione, il consumo di alcool precedente alla prima gravidanza è stato consistentemente associato ad aumentato rischio di malattia proliferativa benigna della mammella e di tumore mammario.
TORNA INDIETRO