sabato, 27 novembre 2021
Medinews
8 Febbraio 2018

BRCA Mutation Status Is Not Associated With Increased Hematologic Toxicity Among Patients Undergoing Platinum-Based Chemotherapy for Ovarian Cancer

Women with an inherited BRCA1 or BRCA2 mutation may have an impaired ability to repair chemotherapy-induced damage as a result of a state of haploinsufficiency and may experience greater treatment-related toxicity. The objective of this study was to compare the hematologic adverse effect profiles associated with platinum-based chemotherapy in ovarian cancer patients with and without germline BRCA mutations. We conducted a retrospective analysis of … (leggi tutto)

Lo studio ha analizzato la tossicità ematologica durante chemioterapia a base di platino in 130 pazienti con tumore dell’ovaio che presentavano la mutazione del BRCA vs 302 pazienti senza mutazione. Nessuna differenza in termini di tossicità ematologica per nessuna serie ematopoietica, né differenze in termini di riduzioni di dose né rinvii di trattamenti chemioterapici, sono state rilevate tra i due gruppi di pazienti a suggerire che la mutazione del BRCA, a differenza di quanto si sia ritenuto fino ad oggi, non rappresenta un fattore di rischio di per sé per una aumentata mielotossicità durante chemioterapia a base di platino nelle pazienti con carcinoma ovarico.
TORNA INDIETRO