Medinews
13 Gennaio 2014

ANALISI DEL RISCHIO DI PERDITA DELL’IMPIANTO DOPO RICOSTRUZIONE MAMMARIA IMMEDIATA: REVISIONE DI 14585 CASI

La perdita precoce della protesi dopo ricostruzione mammaria immediata (IBR) è un complesso processo multifattoriale correlato a fattori di rischio pre-operatori identificabili. Lo studio pubblicato sulla rivista Journal of the American College of Surgeons (leggi abstract) suggerisce che età, obesità, abitudine al fumo, procedure bilaterali e ricostruzioni immediate al momento della mastectomia (DTI, ‘direct-to-implant’) sono associate ad aumentato rischio di perdita dell’impianto. La perdita precoce della protesi è una complicanza non frequente, ma seria, dopo ricostruzione della mammella. I ricercatori dell’Ospedale dell’Università della Pennsylvania di Filadelfia hanno valutato i fattori di rischio peri-operatori associati a perdita precoce dell’impianto dopo IBR, utilizzando i dati dell’American College of Surgeons National Surgical Quality Improvement Program (ACS-NSQIP). Hanno quindi riesaminato i database dell’ACS-NSQIP dal 2005 al 2011 identificando le corrispondenze ai codici CPT 19357 e 19340. Le pazienti estratte erano coloro che vivevano una ‘perdita di impianto/protesi’ sulla base di una variabile standard dei dati; le pazienti che avevano manifestato una perdita della protesi sono state comparate, in termini di caratteristiche peri-operatorie, con quelle che non l’avevano osservata. Gli autori hanno esaminato 14585 pazienti con età mediana di 50.9 ± 10.6 anni. Un’analisi di regressione multivariata ha evidenziato che l’età > 55 anni (odds ratio [OR] 1.66; p = 0.013) (punteggio di rischio = 1), l’obesità di classe II (OR 3.17; p < 0.001) (punteggio di rischio = 3), l’obesità di classe III (OR 2.41; p = 0.014) (punteggio di rischio = 3), il fumo attivo (OR 2.95; p < 0.001) (punteggio di rischio = 3), la ricostruzione bilaterale (OR 1.67; p = 0.007) (punteggio di rischio = 1) e la ricostruzione DTI (OR 1.69; p = 0.024) (punteggio di rischio = 1) erano associate a perdita precoce dell’impianto. Gli odds ratio sono stati utilizzati per assegnare un punteggio di rischio pesato a ciascuna paziente e le categorie di rischio sono state suddivise in gruppo a rischio basso (0 – 1; n = 9349), intermedio (2 – 5; n = 5001) e alto (≥ 6; n = 233). Il rischio di perdita dell’impianto era significativamente più alto con un punteggio di rischio aumentato (0.39 vs 1.48 vs 3.86%; p < 0.001). In conclusione, la perdita precoce dell’impianto dopo ricostruzione mammaria immediata è un complesso processo multifattoriale correlato a fattori di rischio pre-operatori identificabili. Questo studio ha mostrato che età, obesità, fumo, procedure bilaterali e ricostruzioni immediate dopo mastectomia sono associate a un aumentato rischio di perdita dell’impianto.
TORNA INDIETRO