mercoledì, 24 luglio 2024
Medinews
29 Ottobre 2013

ANALISI COMBINATA DEI DATI DI SOPRAVVIVENZA A LUNGO TERMINE DI STUDI DI FASE II E III CON IPILIMUMAB NEL MELANOMA METASTATICO O LOCALMENTE AVANZATO NON OPERABILE

In due studi randomizzati, controllati, di fase III sul melanoma avanzato è stato evidenziato un beneficio in termini di sopravvivenza globale (OS) dopo somministrazione di ipilimumab. Dati da studi clinici di fase II e III hanno indicato che una percentuale di pazienti trattati con ipilimumab manifesta una sopravvivenza a lungo termine. È stata condotta un’analisi combinata dei dati di pazienti inclusi in vari studi per fornire una stima più precisa dell’effetto sulla sopravvivenza a lungo termine con ipilimumab nei pazienti con melanoma avanzato. I dati di OS sono stati raccolti da 12 studi prospettici o retrospettivi con ipilimumab: gli studi di fase III MDX010-20 e CA184-024 (790 pazienti), 8 studi di fase II (n = 821) e 2 studi retrospettivi osservazionali (n = 250). I pazienti potevano essere stati precedentemente trattati (n = 1.257) oppure naïve al trattamento (n = 604). La maggior parte dei pazienti ha ricevuto ipilimumab alla dose approvata di 3 mg/kg (n = 965) o alla dose di 10 mg/kg utilizzata in studi precedenti (n = 706). Ipilimumab è stato somministrato ogni 3 settimane per 4 dosi come terapia di induzione; la maggior parte degli studi ha però incluso un ri-trattamento con ipilimumab o la terapia di mantenimento con lo stesso farmaco nei pazienti eleggibili. Questo studio presentato al congresso ESMO 2013 ad Amsterdam ha incluso un’ulteriore analisi, dopo aggiunta di altri 2.985 pazienti da un ‘expanded access program’, per un totale di 4.846 pazienti, che comprendeva anche pazienti con performance status ECOG 2, metastasi cerebrali e tumori primari non cutanei. L’analisi sui 1.861 pazienti trattati con ipilimumab, inclusi negli studi clinici, ha indicato una OS mediana di 11,4 mesi (IC 95%: 10,7 – 12,1) e ha compreso 254 pazienti che sono stati seguiti per almeno 3 anni di follow-up per la valutazione della OS. Per questi 1.861 pazienti, la curva di OS inizia a stabilizzarsi intorno al terzo anno e si estende fino al decimo. I tassi di OS a 3 anni sono risultati pari al 22% nell’intera popolazione, al 26% nei pazienti naïve al trattamento e al 20% in quelli già trattati. La curva di OS ha raggiunto il plateau intorno al terzo anno indipendentemente dalla linea di terapia, dal dosaggio di ipilimumab utilizzato o dall’effettuazione della terapia di mantenimento. La OS osservata con ipilimumab in studi di fase II o III sembra superiore a quella attesa, basata su curve di previsione della sopravvivenza dopo aggiustamento per i fattori prognostici chiave. Per i 4.846 pazienti totali, la OS mediana è risultata pari a 9,5 mesi (IC 95%: 9,0 – 10,0) con un plateau nella curva di OS che inizia intorno al terzo anno nel 21% dei pazienti. In conclusione, questa analisi della sopravvivenza globale, la più ampia ad oggi con pazienti trattati con ipilimumab per il melanoma avanzato, mostra un plateau della sopravvivenza globale a circa 3 anni che si estende fino ad almeno 10 anni. Questi dati di sopravvivenza globale a lungo termine dovrebbero essere considerati come riferimento per future terapie del melanoma.

Pooled analysis of long-term survival data from phase II and phase III trials of ipilimumab in metastatic or locally advanced, unresectable melanoma. ECCO17 – ESMO38 – ESTRO32 European Cancer Congress 2013, abstr N.24
TORNA INDIETRO