Medinews
16 Gennaio 2013

VALUTAZIONE DELLA RISPOSTA DEL CARCINOMA EPATICO DOPO TRATTAMENTO TACE: CRITERI RECIST VS mRECIST

Osservate differenze considerevoli nel tasso di risposta completa; in termini di riproducibilità inter- e intra-osservatore, mRECIST è risultato migliore per l’applicazione in studi clinici

Due gruppi standard di criteri sono utilizzati per valutare la risposta tumorale del carcinoma epatico al trattamento: RECIST (Response Evaluation Criteria in Solid Tumors, vers. 1.1) e mRECIST (RECIST modificati). Scopo dello studio multicentrico JIVROSG-0602, pubblicato sulla rivista Upsala Journal of Medical Sciences (leggi abstract) da ricercatori giapponesi, era comparare i due criteri di valutazione in pazienti con carcinoma epatico trattati con chemio-embolizzazione endoarteriosa (TACE). Gli autori hanno esaminato i risultati radiologici di 21 pazienti sottoposti a TACE, senza utilizzo di emulsione oleosa iodata, per 65 lesioni tumorali. Per i criteri RECIST (vers. 1.1) sono state misurate le dimensioni dell’intera lesione, includendo la parte necrotica, mentre per gli mRECIST è stata utilizzata solo la parte evidenziata dal contrasto durante la fase arteriosa. Cinque radiologi hanno indipendentemente misurato ciascuna lesione due volte. Per valutare la riproducibilità tra criteri è stato calcolato il tasso di risposta completa (CR), il tasso di risposta, la statistica kappa e l’indice di concordanza per tutte le categorie di risposta. Le stesse analisi sono state condotte per valutare la riproducibilità inter- e intra-osservatore. Nello studio di riproducibilità tra criteri, i tassi di CR e di risposta ottenuti utilizzando i criteri mRECIST (56.9 e 79.7%) erano più alti di quelli ottenuti con i criteri RECIST, vers. 1.1 (9.2 e 43.1%). Nello studio di riproducibilità inter- e intra-osservatore, i criteri mRECIST offrivano una ‘concordanza quasi perfetta’, mentre quelli RECIST, vers. 1.1, hanno mostrato una ‘concordanza sostanziale’. In conclusione, nello studio giapponese, sono state osservate differenze considerevoli nei tassi di risposta completa e di risposta; in termini di riproducibilità inter- e intra-osservatore, i criteri mRECIST sembrano più utili nel valutare la risposta tumorale in studi clinici dopo TACE nel carcinoma epatico.


Liver Cancer Newsgroup – Numero 1- Gennaio 2013
TORNA INDIETRO