Medinews
17 Settembre 2013

USA: APPROVATO NAB-PACLITAXEL CONTRO CARCINOMA AL PANCREAS

La statunitense FDA ha recentemente approvato paclitaxel legato all’albumina in nanoparticelle (nab-paclitaxel), in combinazione con gemcitabina, come trattamento di prima linea per il carcinoma pancreatico avanzato. La nuova indicazione si basa sui risultati positivi dello studio MPACT (Metastatic Pancreatic Adenocarcinoma Clinical Trial), un trial internazionale di fase III, randomizzato e in aperto, che ha coinvolto 861 pazienti con carcinoma pancreatico metastatico, i cui risultati sono stati presentati nel gennaio scorso durante il Gastrointestinal Cancers Symposium dell’ASCO. Nel gruppo trattato con paclitaxel legato all’albumina, si è osservato un incremento statisticamente significativo della sopravvivenza globale (OS) rispetto ai pazienti trattati con la sola gemcitabina (OS mediana 8,5 mesi contro 6,7; HR 0,72; P = 0,000015). Inoltre, nel gruppo trattato con il nuovo farmaco si è osservato un aumento del 59% della sopravvivenza a un anno (35% contro 22%; P = 0,0002) e un raddoppio della sopravvivenza a 2 anni (9% contro 4%; P = 0,02), rispetto alla sola gemcitabina.Con 861 pazienti è lo studio più grande finora condotto in questa popolazione di pazienti. Le curve di sopravvivenza con la terapia di combinazione si discostano già al terzo mese e, cosa importante, rimangono separate anche dopo 2 anni dall’inizio del trattamento.
TORNA INDIETRO