giovedì, 3 dicembre 2020
Medinews
19 Gennaio 2009

USA: ADULTI SOTTOVALUTANO RISCHI PER IL CUORE

Gli americani tra i 30 e i 50 anni per i quali il medico individua un rischio basso di malattia cardiaca potrebbero fare l’errore di sottovalutare la diagnosi: il rischio nel corso della vita potrebbe diventare alto. Una nuova analisi di studi sui rischi di malattia cardiaca (condotta da Jarett Berry della University of Texas Southwestern Medical School) mostra che circa meta’ delle 4000 persone con meno di 50 anni osservate per 10 anni, che sembravano avere un rischio basso di malattia di cuore, avevano in realtà gia’ un’aterosclerosi in grado di produrre eventi cardiovascolari primari (ictus, infarto) negli anni successivi.
Reuters – Circulation
TORNA INDIETRO