giovedì, 3 dicembre 2020
Medinews
8 Novembre 2011

UNA DIETA RICCA DI FRUTTA E VERDURA PUO’ ABBATTERE IL RISCHIO CARDIACO GENETICO

Un’alimentazione sana, ricca di frutta e verdura, è in grado di abbattere il maggior rischio di infarto che alcuni individui hanno insito nel proprio patrimonio genetico. E’ la conclusione di uno studio condotto da ricercatori canadesi della McGill University, guidati da James C. Engert. L’equipe ha analizzato il Dna di oltre 8.000 persone di diversa nazionalità (Europei, Asiatici, Cinesi, Latinoamericani, Arabi) coinvolte in Interheart, ricerca che investiga i profili di rischio per l’infarto del miocardio. Sono stati così individuati quattro polimorfismi a singolo nucleotide (Snps) – cioè differenze negli elementi che costituiscono il Dna – particolarmente critici. Nelle persone che possiedono queste varianti, infatti, la probabilità di un infarto risulta maggiore del 20%. Ma l’effetto negativo di questi polimorfismi può essere mitigato da una buona alimentazione (soprattutto per il Snp identificato con la sigla rs2383206). Gli stessi risultati sono emersi dall’analisi genetico-ambientale di oltre 19.000 finlandesi coinvolti in un progetto analogo all’Interheart. Anche se bisognerà replicare i risultati su un campione più ampio, lo studio dimostra comunque che, anche nelle malattie, l’azione dei geni non è mai isolata, ma risente dell’influenza dell’ambiente circostante.

galileonet.it – PLoS Medicine
TORNA INDIETRO