lunedì, 23 novembre 2020
Medinews
24 Marzo 2009

TUMORI TESTA-COLLO, 3 SU 4 NON LI CONOSCONO

Annunciati nell’ambito dell’International Conference on Innovative Approaches in Head & Neck Oncology (ICHNO) i risultati di un’indagine paneuropea sulla consapevolezza dell’opinione pubblica relativamente ai tumori della testa e del collo. Tali risultati hanno evidenziato che il 75% degli intervistati non conosce il termine ‘tumore della testa e del collo’ nonostante sia il sesto tumore più comune al mondo. L’indagine ‘About Face’ realizzata dalla European Head and Neck Cancer Society (EHNS), ha identificato livelli di conoscenza estremamente bassi sui tumori della testa e del collo, sulla loro incidenza, i sintomi, i fattori di rischio e le parti del corpo colpite. Considerando che questa forma di tumore sta crescendo globalmente e in Europa colpisce 143.000 persone provocando 68.000 decessi l’anno, i nuovi risultati dell’indagine sottolineano la necessità di fare di più per informare l’opinione pubblica sui tumori della testa e del collo allo scopo di evitare qualsiasi tipo di ritardo nella diagnosi e nel trattamento. Tra i sette Paesi dell’indagine dell’European Head and Neck Society è stata coinvolta anche l’Italia, dove sono state condotte 1.104 interviste. Nel nostro Paese, 3 persone su 5 non conoscono la definizione “tumore della testa e del collo” e l’84% degli intervistati considera erroneamente, tra le parti del corpo che possono essere colpite, il cervello. Tra i fattori di rischio, la maggioranza degli intervistati riconosce fumo e alcol, (rispettivamente l’85% e il 59%), mentre solo il 16% pensa che l’HPV sia un fattore di rischio. I tumori della testa e del collo possono insorgere nelle cellule epiteliali di qualsiasi tessuto o organo del distretto cervico-facciale, includendo la cavità orale, la faringe, la laringe e le cavità nasali. I tumori che insorgono in queste parti del corpo sono associati ad un alto tasso di mortalità e presentano un’alta percentuale di decessi rispetto a tumori più comuni come il tumore al seno, all’utero o i melanomi. Inoltre, il tumore della testa e del collo è difficile da curare se, al momento della diagnosi, la patologia è progredita ad uno stadio avanzato e quando i pazienti possono anche essere colpiti da un tumore secondario e da altre condizioni di comorbidità. “I risultati dell’indagine About Face confermano la nostra convinzione che maggiori sforzi si debbano fare per accrescere la conoscenza dei tumori della testa e del collo – ha commentato il Professore Jean-Louis Lefebvre, Presidente dell’EHNS e Professore dell’ENT and Head and Neck Surgery, Centre Oscar, Lambert di Lille in Francia. – L’indagine ha messo in evidenza come il 20% degli intervistati ritenga che questo tipo di tumore colpisca meno di 1.000 persone in Europa, (pari ad un valore cento volte inferiore a quello corretto): ciò è indicativo di come l’impatto di questa patologia sia sottostimato”.
TORNA INDIETRO