Medinews
8 Luglio 2014

TUMORE DEL SENO: OK DA COMMISSIONE UE A ERIBULINA

La Commissione Europea ha rilasciato l’autorizzazione all’immissione in commercio di eribulina per il trattamento di pazienti con carcinoma mammario localmente avanzato o metastatico che abbiano mostrato progressione dopo almeno un regime chemioterapico per malattia in stadio avanzato. La terapia precedente deve aver compreso almeno un’antraciclina e un taxano in setting adiuvante o metastatico, salvo nel caso in cui le pazienti non fossero idonee. “L’impiego di questo trattamento dopo un solo regime chemioterapico precedente per la malattia in fase metastatica rappresenta un passo avanti per le donne affette da questa grave patologia e offre maggiore flessibilità nel trattamento di donne che si trovano in uno stadio avanzato della malattia”, ha dichiarato il professore Chris Twelves, docente di oncologia e farmacologia oncologica presso l’Università di Leeds e il St James’s Institute of Oncology. L’autorizzazione all’immissione in commercio di eribulina si basa sulle evidenze cliniche di due sperimentazioni di Fase III condotte a livello mondiale: EMBRACE (Eisai Metastatic Breast Cancer Study Assessing Treatment of Physician’s Choice Versus Eribulin) e lo studio 301, a cui hanno partecipato più di 1.800 donne.
TORNA INDIETRO