Medinews
27 Maggio 2014

TUMORE DEL PANCREAS: NEL LAZIO 1.150 NUOVI CASI ALL’ANNO

Si è svolta giovedì scorso presso l’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena di Roma la terza tappa del progetto nazionale AIOM PanCrea: creiamo informazione, il primo interamente dedicato alla prevenzione del tumore del pancreas. Questo cancro colpisce ogni anno nel Lazio 1.150 persone (12mila in Italia) ma è ancora sottovalutato da molti cittadini. “Il tour è fondamentale perché punta a informare la popolazione soprattutto sulla prevenzione – ha affermato Francesco Cognetti Past President AIOM -. Sui comportamenti scorretti dobbiamo intervenire, soprattutto con l’aiuto dei medici di famiglia. Loro sono in grado di notare i primi campanelli di allarme”. “La ricerca scientifica sta finalmente segnando significativi passi avanti contro le neoplasie del pancreas – ha spiegato Michele Milella, oncologo del “Regina Elena” -. È stato infatti approvato in Europa, anche per questa patologia, il nab-paclitaxel (paclitaxel legato all’albumina in nanoparticelle): un farmaco già disponibile nel trattamento del cancro della mammella metastatico, che sfrutta le più recenti scoperte in ambito di nanotecnologia”. “Rappresenta un punto di svolta contro il tumore pancreatico – ha concluso Cognetti -, perché determina un aumento significativo nella sopravvivenza del 27%. Ci auguriamo che il farmaco possa essere presto rimborsato dal SSN, anche per questa nuova indicazione, già entro la fine del 2014”. Pancrea ha il patrocinio di FAVO, Fondazione Insieme Contro il Cancro, SIMG ed è reso possibile grazie al contributo incondizionato di Celgene.
TORNA INDIETRO