venerdì, 24 settembre 2021
Medinews
13 Luglio 2009

TRAPIANTO ALLOGENICO DI CELLULE STAMINALI NELLA LEUCEMIA MIELOIDE ACUTA IN PRIMA REMISSIONE COMPLETA

Rispetto al trapianto non allogenico, quello allogenico prolunga la sopravvivenza libera da recidiva e globale nei pazienti a prognosi sfavorevole/intermedia, ma non in quelli con buona prognosi. Il trattamento ottimale della leucemia mieloide acuta (LMA) in prima remissione completa (RC1) non è ancora definito. L’attuale consensus, fondato sul rischio citogenetico, raccomanda il trapianto allogenico mieloablativo di cellule staminali (TCS) per i pazienti con LMA a prognosi sfavorevole. Il TCS allogenico, quello autologo e la chemioterapia di consolidamento sono considerati equivalenti nei pazienti con LMA a rischio intermedio. Ricercatori del Dana Farber Cancer Institute di Boston hanno tentato di valutare il beneficio sulla sopravvivenza libera da recidiva (SSR) e sulla sopravvivenza globale (SG) del TCS allogenico in pazienti con LMA in RC1. A tale scopo hanno condotto una revisione sistematica ed una meta-analisi di trial prospettici che avevano impiegato il TCS allogenico comparandolo verso il trattamento TCS non allogenico. La ricerca ha identificato 1712 articoli. I trial prospettici identificati assegnavano i pazienti adulti con LMA in RC1 al TCS allogenico vs trattamento non allogenico sulla base della disponibilità di un donatore oppure sulla base di un disegno statistico ‘intention-to-treat’ donatore vs no-donatore. Globalmente, sono stati presi in considerazione 24 studi clinici e 6007 pazienti (in 5951 pazienti è stata analizzata la SSR e in 5606 la SG); di 3638 pazienti era disponibile il dato citogenetico (547, 2499 e 592 rispettivamente con prognosi buona, intermedia e sfavorevole). Rispetto al TCS non allogenico, il rischio di recidiva o morte con TCS allogenico era 0.80 (HR; IC 95%: 0.74-0.86), il rischio di morte 0.90 (HR; IC 95%: 0.82-0.97). Nella revisione, pubblicata nel Journal of the American Medical Association (leggi abstract originale), si evidenzia un beneficio significativo di SSR con il TCS allogenico per i pazienti con LMA a prognosi sfavorevole (HR = 0.69; IC 95%: 0.57-0.84) e intermedia (HR = 0.76; IC 95%: 0.68-0.85), ma nessun vantaggio per quelli con buona prognosi (HR = 1.06; IC 95%: 0.80-1.42). Un beneficio significativo è stato osservato anche sulla SG nei pazienti sottoposti a TCS allogenico con prognosi sfavorevole (HR = 0.73; IC 95%: 0.59-0.90) e intermedia (HR = 0.83; IC 95%: 0.74-0.93), ma non in quelli con prognosi favorevole (HR = 1.07; IC 95%: 0.83-1.38).
TORNA INDIETRO