lunedì, 23 novembre 2020
Medinews
20 Aprile 2009

TOSCANA: OLTRE 150 “SINISTRI” IN MENO IN DUE ANNI

Oltre 150 sinistri in meno nel 2008 rispetto al 2006, e circa 120 in meno rispetto al 2007; un calo costante dell’indice di sinistrosità ogni 10.000 dimissioni (dal 10,2 del 2006 all’8,8 del 2008) e infine anche un risparmio di oltre un milione di euro sul fronte assicurativo: sono questi alcuni dei risultati più significativi raggiunti dal Centro regionale per la gestione del rischio clinico. L’assessore regionale per il Diritto alla salute Enrico Rossi commenta i risultati rifacendosi alle parole di James Reason, esperto dell’errore umano in medicina: “Per prevenire gli eventi avversi in medicina non possiamo cambiare l’essere umano ma le condizioni in cui lavora”. E’ quindi grazie alla conoscenza approfondita degli eventi avversi e agli interventi mirati per prevenire gli errori che è possibile migliorare le condizioni di sicurezza in sanità, per i pazienti e per gli stessi operatori. Il Centro regionale per la gestione del rischio clinico, prosegue l’assessore, ha lavorato e lavora in queste due direzioni. Oggi tutte le aziende toscane sono state accreditate per la gestione del rischio e dispongono di un proprio clinical risk manager, di un sistemo informativo, di un piano formativo e della sicurezza. La maggiore soddisfazione e’ quella di aver creato una comunità di operatori non solo interessata, ma decisa a migliorare la qualità e la sicurezza delle cure, professionisti promotori di un grande cambiamento culturale fondato su concetti e valori condivisi: segnalare e imparare dai propri errori, prendere in carico il paziente nel suo percorso clinico, umanizzare le cure, lavorare in team e saper comunicare, essere disponibili a trasmettere la propria esperienza e le proprie competenze ai giovani. Da ricordare in particolare la curva discendente del numero dei sinistri che sono emersi nel complesso dei servizi sanitari regionali: 1.427 nel 2008, contro i 1.546 del 2007 e i 1.583 del 2006. Il numero degli audit clinici e delle rassegne di mortalità e morbilità realizzate è nel frattempo passato da 202 nel 2006 a 505 nel 2007 e a 2.402 nel 2008.
TORNA INDIETRO