mercoledì, 8 febbraio 2023
Medinews
30 Novembre 2009

TERAPIE SISTEMICHE PER IL CANCRO GASTRICO METASTATICO

Il tegafur orale potrebbe sostituire il fluorouracile nel trattamento dei pazienti con cancro inoperabile o in recidiva dello stomaco. L’alternativa, la combinazione irinotecan e cisplatino, non si è dimostrata superiore al fluorouracile in questi pazienti. Ad oggi non è ancora chiaro quale sia il migliore regime chemioterapico per il cancro gastrico metastatico, ma risultati promettenti sono stati osservati anche con la combinazione irinotecan e cisplatino o con tegafur (S-1; 5-cloro-2,4-diidropirimidina e potassio oxonato). Ricercatori afferenti al Gastrointestinal Oncology Study Group del Gruppo Oncologico Clinico Giapponese hanno esaminato la superiorità di irinotecan+cisplatino e la non-inferiorità di S-1, rispetto a fluorouracile, sulla sopravvivenza globale dei pazienti con cancro gastrico metastatico. Nello studio randomizzato, in aperto, di fase 3 sono state coinvolte 34 istituzioni giapponesi, dove sono stati arruolati pazienti di età compresa tra 20 e 75 anni o più giovani, che avevano manifestato adenocarcinoma gastrico, confermato istologicamente. I pazienti sono stati randomizzati a ricevere: infusione continua di fluorouracile (800 mg/m2/die, ai giorni 1-5) ogni 4 settimane (n = 234) oppure irinotecan endovena (70 mg/m2/die, ai giorni 1 e 15) e cisplatino (80 mg/m2/die, al giorno 1) ogni 4 settimane (n = 236) oppure S-1 orale (40 mg/m2 x 2 volte al giorno, ai giorni 1-28) ogni 6 settimane (n = 234). L’endpoint primario era la sopravvivenza globale. Le analisi erano condotte secondo ‘intention-to-treat’. Tutti i pazienti randomizzati sono stati inclusi nell’analisi primaria. Lo studio pubblicato nella rivista The Lancet Oncology (leggi abstract originale) indica una sopravvivenza globale mediana di 10.8 mesi (IQR 5.7-17.8) nei pazienti assegnati al trattamento con fluorouracile, di 12.3 mesi (8.1-19.5) in quelli sottoposti alla combinazione di irinotecan e cisplatino (hazard ratio [HR] 0.85, IC 95%: 0.70-1.04; p = 0.0552) e di 11.4 mesi (6.4-21.3) per quelli in terapia con S-1 (HR 0.83, IC 95%: 0.68-1.01; p = 0.0005 per non-inferiorità). Tre decessi legati ai trattamenti si sono manifestati nel gruppo irinotecan e cisplatino e uno nel gruppo S-1.
TORNA INDIETRO