mercoledì, 8 febbraio 2023
Medinews
4 Dicembre 2009

STUDIO EUROPEO, IN 10 ANNI MORTALITA’ PER CANCRO DIMINUITA DELL’8,5%

Diminuiscono i morti per cancro, ma si allarga la forbice delle variazioni tra i Paesi europei e tra uomini e donne. Secondo l’ultimo rapporto pubblicato su Annals of Oncology la mortalità generale si e’ ridotta del 9% tra gli uomini e dell’8% tra le donne confrontando i periodi 1990-1994 e 2000-2004. Dallo studio europeo, coordinato da Carlo La Vecchia, direttore del Dipartimento di Epidemiologia dell’Istituto Mario Negri di Milano e Fabio Levi dell’Università di Losanna, emerge che il numero dei morti e’ sceso in 10 anni da 185,2 decessi ogni 100 mila abitanti a 168 per gli uomini e da 104,8 a 96,9 per le donne. Merito, secondo i ricercatori, della riduzione del numero dei fumatori, che ha alleggerito i bilanci delle vittime di cancro al polmone, mentre a fronte di una diminuzione dei tumori legati al consumo di alcol in Francia e in Italia, si e’ registrato un incremento nei tumori del cavo orale, della faringe e dell’esofago nella popolazione femminile dei Paesi, soprattutto del Nord-Europa, in cui e’ aumentato il consumo di alcolici tra le donne. I tassi più bassi di cancro all’esofago tra gli uomini sono stati registrati in Grecia, Bulgaria, Italia e Finlandia (meno di 3 ogni 100 mila abitanti).
TORNA INDIETRO