venerdì, 23 luglio 2021
Medinews
27 Marzo 2012

STEPHAN EL SHAARAWY TESTIMONIAL AIOM PER LA PREVENZIONE DEL CANCRO

Si è svolta a Milano la prima tappa del progetto educazionale Aiom Non Fare Autogol. Ospite del Liceo “Piero Bottoni” è stato il giovane attaccante rosso-nero Stephan El Shaarawy. “La prevenzione oncologica comincia da giovani – ha spiegato il Presidente AIOM Stefano Cascinu -. Fumo, alcol, sedentarietà, alimentazione scorretta, sesso non protetto, doping, abbronzatura selvaggia e lampade solari sono abitudini molto pericolose, soprattutto se iniziate da adolescenti. Con il nostro progetto, grazie all’aiuto dei calciatori, vogliamo spiegare ai ragazzi quali siano i rischi e convincerli che per vincere la partita contro il cancro è indispensabile giocare d’attacco”. Un progetto innovativo che fino al termine del campionato toccherà altre scuole e città coinvolgendo alcuni dei più importanti calciatori italiani: Giorgio Chiellini, Tommaso Rocchi, Sebastian Giovinco e Vincenzo Montella, ex campione ed ora allenatore. Nella prima edizione grazie anche al contributo di Pato, Legrottaglie, Miccoli, Gilardino, Palombo, De Sanctis, Sculli, Perrotta e al CT della Nazionale Cesare Prandelli, che completano la “squadra” dell’AIOM, sono stati raggiunti migliaia di studenti dal vivo e on line. Al fianco di AIOM, con i campioni, si sono schierati anche la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il CONI, la Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) e la Federazione Medico Sportiva Italiana (FMSI).
TORNA INDIETRO