lunedì, 30 novembre 2020
Medinews
12 Maggio 2009

STENT: RIABILITATI QUELLI A RILASCIO DI FARMACO DA NUOVI DATI REGISTRO SVEDESE

Il secondo studio sui dati del registro svedese di tutti i pazienti sottoposti ad angiografia e angioplastica (SCAAR) tra 2003 e 2006 in Svezia, ribalta il risultato della ricerca precedente, presentata al meeting annuale della Società Europea di Cardiologia (ESC) del 2006 e relativa ai dati SCAAR tra 2003 e 2004: non c’è aumento di mortalità per impianti di stent a rilascio di farmaco – drug eluting stents (DES) – rispetto a quelli a barra metallica – bare metal stents (BMS). “Questi nuovi dati – afferma Franz Eberli dell’università di Zurigo e portavoce ESC – provenienti da quello che è forse il più ampio registro e con il più duraturo follow-up sugli stent, forniscono ampie rassicurazioni sulla sicurezza dei DES e conclusioni simili a quelle di altri trial e registri, ciò perché tutti questi nuovi studi vanno a confutare i risultati estrapolati nella prima ricerca sul registro SCAAR”. Il motivo della differenza andrebbe ricercato nell’ottimizzazione delle procedure relative agli stent intercorsa negli ultimi anni presi in considerazione dalla ricerca più recente sul registro SCAAR. Uno studio su larga scala, attualmente in fase di organizzazione, è destinato comunque a fornire la più aggiornata parola sul tema.

Esc
TORNA INDIETRO