sabato, 4 febbraio 2023
Medinews
4 Maggio 2010

SINDROMI MIELODISPLASTICHE, INCIDENZA E COMPLICANZE IN USA

Le sindromi mielodisplastiche (SMD) sono neoplasie ematologiche maligne che colpiscono prevalentemente le persone anziane, più esposte quindi al rischio di comorbilità. La dipendenza dalla trasfusione espone questi pazienti ad un ulteriore rischio di scompenso d’organo e di ridotta sopravvivenza. Ricercatori statunitensi hanno esaminato incidenza e complicanze delle SMD tra i beneficiari dell’assistenza Medicare: hanno condotto una revisione retrospettiva delle cartelle analitiche standard di Medicare relative al 2003, utilizzando l’International Classification of Diseases for Oncology ninth edition CM code 238.7, per identificare i nuovi pazienti con SMD, seguiti per un follow-up di 3 anni. Tra i beneficiari di Medicare di età superiore a 65 anni (n = 1394343), 162 persone ogni 100000 hanno ricevuto una nuova diagnosi di SMD nel 2003, che corrispondevano ad una stima di 45000 nuovi casi (calcolati) tra la popolazione statunitense di più di 65 anni (rispetto al dato del SEER di 10300 nuove diagnosi di SMD nel 2003). I pazienti con SMD erano più frequentemente anziani (età mediana 77 anni) e di sesso maschile. Tra i pazienti con diagnosi di SMD risalente all’ultimo quadrimestre del 2003, il 73.2% ha avuto problemi di tipo cardiaco durante i 3 anni di follow-up. Il dato era superiore a quello osservato nella popolazione generale Medicare (54.5%: p < 0.01), anche quando veniva corretto per l’età (odds ratio 2.10; p < 0.01). Significativi incrementi nella prevalenza di diabete (40.0% vs 33.1%), dispnea (49.4% vs 28.5%), malattia epatica (0.8% vs 0.2%) e infezioni (sepsi: 22.5% vs 6.1%) sono stati osservati nei pazienti con SMD (tutti p < 0.01) rispetto alla popolazione Medicare. I pazienti con SMD che richiedevano trasfusione di globuli rossi hanno mostrato maggiore prevalenza di tali comorbilità. La leucemia mieloide acuta si è sviluppata nel 9.6% dei pazienti entro 3 anni, con maggiore frequenza nei trasfusi (24.6%; p < 0.001). L’articolo pubblicato nella rivista Journal of Clinical Oncology (leggi abstract originale) ha indicato una sopravvivenza a 3 anni dalla diagnosi di SMD, corretta per età e utilizzando curve di Kaplan-Meier, del 60%, dato significativamente più basso rispetto alla popolazione Medicare (84.7%, hazard ratio 3.08; p < 0.001). Anche la mortalità era superiore nei pazienti con SMD trasfusi (p < 0.01). Infine nel 2003, il costo mediano per SMD è stato 16181$, rispetto ai 1575$ pagati per la popolazione Medicare (p < 0.001).
TORNA INDIETRO