mercoledì, 1 febbraio 2023
Medinews
23 Dicembre 2009

SINDROMI MIELODISPLASTICHE, CORRELAZIONI BIOLOGICO-TERAPEUTICHE

Durante la sessione educazionale dedicata alle sindromi mielodisplastiche (SMD) si è discusso dei notevoli progressi registrati dalla pubblicazione dell’International Prognostic Scoring System (IPSS) nel 1997.
Il dottor David Steensma del Dana-Faber Cancer Institute di Boston ha analizzato l’evolversi della definizione di SMD e la classificazione dei suoi sottotipi. Ha discusso inoltre le diverse caratteristiche della classificazione WHO 2008 delle neoplasie mieloidi e delle SMD, i nuovi sistemi prognostici rispetto all’IPSS e il significato delle anomalie molecolari nelle SMD, tra cui anche TET2. La proposta di inserire una nuova categoria definita “citopenia idiopatica di significato indeterminato (ICUS)” è stata argomento di discussione riguardo i criteri di classificazione, storia naturale ed implicazioni nel follow-up del paziente.
Il dottor Mikkael Sekeres del Cleveland Clinic Taussig Cancer Institute ha invece discusso del legame tra biologia delle SMD e terapia. Al momento della pubblicazione dell’IPSS esistevano poche opzioni di trattamento, a parte trasfusioni di supporto o il trapianto di cellule staminali. Ora sono disponibili tre farmaci specificamente approvati dalla FDA (Food and Drug Administration): azacitidina, lenalidomide e decitabina. I clinici possono contare anche su fattori di stimolo dell’eritropoiesi, immunosoppressori e agenti citotossici. A conclusione della sessione, la dottoressa Heather Leitch della University of British Columbia ha approfondito la rilevanza dell’accumulo di ferro nei pazienti con SMD, causa di morbilità ed aumentata mortalità. Il beneficio di una riduzione dei livelli di ferro può essere ottenuto con la terapia di chelazione. Ancora molto rimane da fare per ampliare le conoscenze sulle SMD, soprattutto riguardo i meccanismi molecolari, al fine di favorire la classificazione, la prognosi e la terapia.


SIEnews – Numero 23 – 23 dicembre 2009
TORNA INDIETRO