sabato, 28 gennaio 2023
Medinews
26 Ottobre 2010

SINDROME CORONARICA ACUTA: ACIDO ACETILSALICILICO FRENA LIVELLI DI PROTEINA C-REATTIVA

Dopo una sindrome coronarica acuta l’aumento persistente di un marker d’infiammazione come la proteina C-reattiva è associato ad un rischio maggiore di recidive cardiache. Tale evidenza è nota dai precedenti studi effettuati. Ora, una ricerca realizzata da Ian M. Kronish, della Divisione di Medicina generale interna alla Mount Sinai School of Medicine di New York, e dai suoi collaboratori, ha verificato che l’assunzione regolare di acido acetilsalicilico riduce i livelli di proteina C-reattiva. E’ stato anche dimostrato che ogni riduzione del 10% di adesione (compliance) dei pazienti al trattamento con acido acetilsalicilico, è associata, a tre mesi di osservazione. a un rischio aumentato di 1,7 volte di evidenziare, per questi pazienti, un livello di proteina C-reattiva = 3,0 mg/L.

Doctornews – Am J Cardiol, 2010; 106(8):1090-4
TORNA INDIETRO