lunedì, 22 luglio 2024
Medinews
11 Settembre 2012

SIGNIFICATO PROGNOSTICO DEL CARCINOMA GASTRICO A CELLULE AD ANELLO CON CASTONE

Negli Stati Uniti, il carcinoma gastrico a cellule ad anello con castone (SRC) differisce significativamente dall’adeno-carcinoma per l’estensione della malattia alla presentazione, ma non mostra prognosi più sfavorevole se si considera lo stadio. Alcuni studi condotti in Asia avevano messo in dubbio l’affermazione che l’SRC abbia una prognosi più sfavorevole rispetto alle altre forme di tumore gastrico. Da qui lo studio dei ricercatori della Temple University di Filadelfia, pubblicato sul Journal of Clinical Oncology (leggi abstract), che ha valutato le differenze di presentazione e degli esiti tra SRC e adenocarcinoma gastrico negli Stati Uniti. Gli autori hanno condotto una revisione del database del SEER (National Cancer Institute Surveillance, Epidemiology, and End Results) su SRC e adenocarcinoma tra il 2004 e il 2007 ed esaminato un totale di 10246 casi di tumore dello stomaco che includevano 2666 casi di SRC e 7580 di adenocarcinoma. I risultati hanno indicato che l’SRC si manifestava preferibilmente nei pazienti più giovani (61.9 vs 68.7 anni nell’adenocarcinoma; p < 0.001) e meno frequentemente nei maschi (52.7 vs 68.7%; p < 0.001). I pazienti con SRC erano prevalentemente di colore (11.3 vs 10.9%, rispetto ad adenocarcinoma), asiatici (16.4 vs 13.2%), indiani americani o nativi dell’Alaska (0.9 vs 0.8%) o ispanici (23.3 vs 14.0%; p < 0.001) e la diagnosi di SRC era più frequente allo stadio T3 – T4 (45.8 vs 33.3%), con diffusione linfonodale (59.7 vs 51.8%, nell’adenocarcinoma) e metastasi a distanza (40.2 vs 37.6%; p < 0.001). Dai risultati è inoltre emerso che il tumore SRC si sviluppa più verosimilmente al basso (30.7 vs 24.2%, nell’adenocarcinoma) e medio stomaco (30.6 vs 20.7%; p < 0.001). La sopravvivenza mediana non è risultata significativamente diversa tra i due tumori (adenocarcinoma vs SRC: 14.0 vs 13.0 mesi; p = 0.073). Infine, analisi multivariate non hanno evidenziato alcuna associazione tra SRC e mortalità (hazard ratio [HR] 1.05; IC 95%: 0.96 – 1.11; p = 0.150), che invece è stata associata all’età (HR 1.01, IC 95%: 1.01 – 1.02; p < 0.001), alla razza nera (HR 1.10, IC 95%: 1.01 – 1.20; p = 0.026) e al grado tumorale. Le variabili associate a un rischio più basso di mortalità includevano la razza asiatica (HR 0.83, IC 95%: 0.77 – 0.91; p < 0.001) e la chirurgia (HR 0.37, IC 95%: 0.34 – 0.39; p < 0.001). In conclusione, negli Stati Uniti il carcinoma a cellule ad anello con castone si differenzia significativamente dall’adenocarcinoma per estensione della malattia alla presentazione. Tuttavia, dopo aggiustamento per lo stadio tumorale, l’SRC non è fattore di prognosi più sfavorevole.
TORNA INDIETRO