sabato, 5 dicembre 2020
Medinews
17 Gennaio 2011

SICILIA: PARTE AUDIT CIVICO, UTENTI SARANNO CONTROLLORI

Al via in Sicilia l’Audit Civico, un processo di verifica dei livelli di assistenza forniti dalle aziende sanitarie e affidato agli utenti che da puri oggetti d’indagine diventeranno così soggetti valutatori. Lo prevede la convenzione firmata a Palermo dall’assessore regionale alla Salute, Massimo Russo, e dal segretario dell’associazione Cittadinanzattiva Sicilia, Giuseppe Greco. “L’Audit Civico – ha affermato Russo – e’ uno strumento che guarda al coinvolgimento diretto dei cittadini e ad una forma di controllo sociale delle attività organizzate che riguardano la sanità. La Sicilia promuove questo strumento che già vige in molte regioni italiane all’interno di un quadro voluto dal Ministero della Salute. Quindi diamo applicazione a questo accordo con Cittadinanzattiva perché crediamo fortemente che anche i cittadini debbano essere coinvolti al massimo in queste procedure”. La metodologia di valutazione, promossa dal Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva, vedrà i cittadini nei panni dei “controllori”: per un anno questi visiteranno le strutture e interrogheranno i responsabili nell’ottica di un’analisi critica e sistematica dei servizi offerti da tutte le 17 aziende sanitarie dell’isola. “Il monitoraggio – ha detto Greco- avverrà in modo partecipato alle due componenti fondamentali rappresentate dai cittadini e dagli operatori del servizio sanitario regionale. Verrà fatto all’interno di tutte le aziende sanitarie siciliane ed e’ la prima volta che si fa su scala regionale per le Asp”.
TORNA INDIETRO