sabato, 25 settembre 2021
Medinews
9 Novembre 2009

SICILIA: NUOVO SOFTWARE DIMEZZA TEMPI RISPOSTA 118

Grazie al nuovo sistema di coordinamento informatizzato della centrale operativa del 118 di Palermo, che ha competenza anche su Trapani, passano da 90 a 44 secondi i tempi medi per l’invio dei mezzi di soccorso. L’innovazione è stata presentata dall’assessore regionale alla Sanità Massimo Russo, da Dino Alagna, direttore della sala operativa, dal ragioniere generale della Regione Enzo Emanuele e da Giuseppe Sajeva, amministratore delegato di Sicilia e-servizi, società che fa capo all’assessorato al Bilancio e che ha realizzato il software. Il sistema identifica immediatamente l’indirizzo dell’utenza telefonica fissa da cui proviene la chiamata, l’operatore del 118 pone alcune domande precodificate per accertare la natura dell’emergenza e il grado di criticità e a quel punto il software applicativo assegna automaticamente il codice di intervento (bianco, verde, giallo e rosso) e suggerisce all’operatore il mezzo di soccorso disponibile più idoneo e l’ospedale più appropriato. “Il sistema porterà a individuare la struttura ospedaliera più adeguata all’emergenza – ha affermato Russo – con una gestione totale dei posti letto in ogni struttura”. Il software è stato installato nelle sedi operative di Palermo e Trapani, fornite di nuovi computer più efficienti, ma a fine anno arriverà anche a Caltanissetta, Catania e Messina. Nel progetto la Regione ha investito quasi 3 milioni di euro, mentre 800 mila euro all’anno costerà la gestione. Alagna ha sottolineato che “il servizio fornisce un soccorso d’urgenza migliore garantendo un tempo quasi dimezzato, il mezzo giusto e l’ospedale adeguato per le cure del paziente”.
TORNA INDIETRO