mercoledì, 8 febbraio 2023
Medinews
4 Maggio 2010

SICILIA: NUOVO CENTRO PER POLO ONCOLOGICO SAN RAFFAELE DI CEFALU’

Nasce in Sicilia il nuovo centro di bioimmagini e radioterapia all’interno del polo oncologico dell’Istituto San Raffaele Giglio di Cefalù per la diagnosi e la terapia dei tumori. Un laboratorio unico nell’Isola che, attraverso tecnologie avanzate, consentirà uno scambio continuo tra la ricerca di base, ricerca clinica e assistenza per la cura delle neoplasie. All’inaugurazione del centro erano presenti tra gli altri il presidente della Fondazione, Stefano Cirillo, e l’assessore regionale alla Sanità, Massimo Russo. Il polo oncologico di Cefalù, iniziato nel maggio del 2005, e’ stato avviato per iniziativa dell’Istituto di bioimmagini e fisiologia nucleare del Cnr, insieme alla Fondazione Centro San Raffaele del Monte Tabor e alla Fondazione Istituto San Raffaele G.Giglio di Cefalù. All’interno accoglie il centro di bioimmagini e radioterapia dove sono gia’ operativi la medicina nucleare, la risonanza magnetica per la ricerca, e la MRgFus, chirurgia a ultrasuoni focalizzati sotto la guida della risonanza magnetica per le terapie e la riduzione del dolore delle metastasi ossee. Un sistema, quest’ultimo, presente solo in tre ospedali in tutta Italia: Cefalu’, Roma e Milano. Del centro fanno parte anche i laboratori di genomica e di anatomia patologica, e in una sala chirurgica dell’ospedale di Cefalu’, e’ stata installata una Iort. “Siamo un’isola felice nella sanita’ del Sud – ha detto Cirillo – siamo un polo d’eccellenza e desideriamo essere sempre di piu’ un riferimento per il Mediterraneo, dove i pazienti non hanno piu’ bisogno di emigrare e possono trovare cure adeguate”. Durante le fasi di trattamento dei pazienti, il sistema consentirà di eseguire ricerche sulla stessa malattia, indirizzando la terapia.
TORNA INDIETRO