domenica, 3 luglio 2022
Medinews
11 Gennaio 2011

SICILIA: NASCE RETE OSPEDALIERA PER ASSISTENZA IMMIGRATI

Una rete ospedaliera e territoriale siciliana per l’assistenza ai migranti e agli indigenti presenti sul territorio siciliano e un progetto per le vittime di tortura, abuso e maltrattamento sono tra gli obiettivi dell’Inmp, l’Istituto nazionale per la promozione della salute delle popolazioni migranti e per il contrasto delle malattie della povertà di cui si e’ discusso in un incontro all’ospedale Civico di Palermo, dove ha sede il centro di riferimento regionale siciliano dell’Inmp. L’assessore regionale alla Salute, Massimo Russo, ha confermato nel suo intervento “l’impegno della Regione per i progetti che riguardano l’assistenza sanitaria dei migranti e l’importanza dell’Inmp, che ha sede all’Ospedale Civico, come supporto sanitario per migranti e fasce deboli della popolazione, con l’auspicio che la Sicilia possa spiccare per la qualità dell’assistenza”. Tra i progetti che saranno avviati a gennaio, c’e’ quello denominato “Rosami”, che prevede la creazione della prima rete ospedaliera siciliana per l’assistenza ai migranti e agli indigenti presenti sul territorio isolano per facilitare l’accesso degli stranieri e delle persone vulnerabili ai servizi socio-sanitari e per sviluppare attività di informazione e orientamento negli ospedali e nelle aziende sanitarie siciliane. L’iniziativa vuole porsi in continuità con il progetto “Pass”, realizzato dal Civico e da altre 12 aziende ospedaliere e sanitarie siciliane e che ha consentito di tracciare una prima rete assistenziale rivolta a questa tipologia di popolazione. Sta per essere avviato anche un progetto per le vittime di tortura, abuso e maltrattamento. Nell’esperienza comune degli operatori che si prendono cura delle popolazioni migranti vengono osservati, con sempre maggiore frequenza, quadri clinici correlati a tortura, abuso e maltrattamento.
TORNA INDIETRO