sabato, 18 settembre 2021
Medinews
23 Novembre 2009

SICILIA: DA REGIONE 68 MLN PER ATTREZZATURE AD ALTA TECNOLOGIA

Grazie a risorse comunitarie, in Sicilia saranno investititi 68 milioni di euro, di cui 47 entro il 2010, nell’acquisto di attrezzature sanitarie di alta tecnologia per la prevenzione, la diagnosi e la cura soprattutto di patologie cardiovascolari e oncologiche, che sono le prime due cause di mortalità nell’Isola come in Italia. I fondi sono quelli dell’asse 6 del PO Fesr che potrebbero aumentare con le successive riprogrammazioni. Gli investimenti riguarderanno i Comuni con più di 30.000 abitanti, che nella regione sono 34. Lo ha annunciato l’assessore regionale alla Sanità, Massimo Russo, incontrando a Palermo sindaci e manager delle aziende sanitarie. La programmazione degli investimenti è il frutto di un’attenta ricognizione delle apparecchiature di alta tecnologia attualmente in dotazione e del loro stato di obsolescenza, con la collaborazione dell’Agenas (agenzia ministeriale) e dell’Agenzia Sanità del Friuli. La spesa terrà conto del reale fabbisogno sanitario, con lo scopo di rendere autosufficienti le singole province e di omogeneizzare l’offerta nei vari territori, evitando frammentazioni, sprechi, e duplicazioni. Si è anche considerata l’esistenza di strutture adatte dove collocare le attrezzature (anche con eventuali adattamenti strutturali), di professionalità idonee alla pronta attivazione e della sostenibilità organizzativa, gestionale e finanziaria. Dopo gli investimenti programmati, in Sicilia saranno attive 106 Tac (oggi sono 95) e cioè una ogni 46 mila abitanti; 53 Risonanze magnetiche (oggi 33), una ogni 86.000 abitanti; 99 Mammografi (90), uno ogni 48 mila abitanti; 13 Pet (7), una ogni 386 mila abitanti; 24 Gamma camere (14), una ogni 210 mila abitanti; 53 angiografi (45), uno ogni 102 mila abitanti; 22 Radioterapie (19), una ogni 229 mila abitanti. Previsto anche l’acquisto di due modernissime tomoterapie che saranno destinate ai bacini di Palermo e Catania, e di una cardiotac.
TORNA INDIETRO