sabato, 4 febbraio 2023
Medinews
8 Marzo 2010

SICILIA: COMITATO SCIENTIFICO STUDIERA’ ZONA DI GELA

L’Asp di Caltanissetta, l’Eni e l’Istituto superiore di Sanità hanno costituito un comitato promotore che dovrà organizzare una importante attività di ricerca sulle condizioni di salute nell’ambito del territorio di Gela (Caltanissetta). Lo riferisce una nota regionale. In particolare, tenendo conto delle evidenze scientifiche, e dunque coniugando i dati di mortalità con quelli di incidenza delle patologie tumorali, dovrà essere verificato se esiste davvero – ed eventualmente in che misura – un impatto sulla salute dei cittadini di tutte le attività diffuse nel territorio. La zona di Gela, in ragione di quanto evidenziato dai dati epidemiologici, e’ stata inserita tra le tre aree siciliane ad alto rischio insieme a Priolo (Siracusa) e Milazzo (Messina). La decisione e’ stata assunta nel corso di una riunione che si e’ svolta alla Camera di Commercio di Caltanissetta e durante la quale e’ stato chiesto il coinvolgimento nel comitato promotore sia del Comune di Gela che della provincia di Caltanissetta. Nelle prossime settimane il comitato promotore dovrà individuare i rappresentanti di un comitato scientifico che, come soggetto terzo, definirà gli ambiti, la metodologia di lavoro e di studio della ricerca scientifica. L’iniziativa rientra nella visione programmatoria dell’assessorato regionale della Salute che nella legge di riforma del sistema sanitario ha inserito Gela e la sua area come terreno di indagine privilegiato e come destinataria di finanziamenti rivolti alla ricerca e alla tutela delle salute e dell’ambiente.
TORNA INDIETRO