giovedì, 3 dicembre 2020
Medinews
22 Dicembre 2008

SCOZIA, I CAMICI BIANCHI DIVENTANO “CAMICI BLU”

La tradizionale uniforme, che identifica i medici in tutto il mondo, verrà abbandonata dai medici scozzesi a favore di una nuova linea di divise per i medici delle strutture pubbliche appena presentata dal governo di Glasgow. Inoltre, per motivi di igiene, ai medici sarà proibito indossare l’uniforme al di fuori di ospedali e ambulatori e di portare la cravatta, per evitare la diffusione delle infezioni. La grande novità, oltre all’abbandono del colore bianco, è la differenziazione delle divise a seconda del ruolo ricoperto. Gli infermieri, così, saranno chiaramente distinguibili rispetto ai medici. Il camice bianco esiste da oltre cento anni, ma non gode di molto favore ultimamente. La nuova uniforme nazionale scozzese per il personale sanitario sarà costituita da camici di quattro tonalità diverse di blu e pantaloni blu scuro per lo staff medico, mentre il personale non medico, per esempio portantini e dipendenti della caffetteria dell’ospedale, porteranno divise in diverse tonalità di verde. Sotto la divisa il personale medico dovrà indossare camicie o magliette a maniche corte e non dovrà portare penne o forbici nelle tasche esterne. I capelli dovranno sempre essere legati indietro. Il Segretario alla Salute scozzese Nicola Sturgeon ha detto che queste nuove norme sull’abbigliamento in ospedale daranno maggiore fiducia ai pazienti sulla qualità delle prestazioni sanitarie e renderanno il personale medico più facilmente identificabile. Le nuove norme serviranno anche a ridurre le infezioni in ospedale e aiuteranno le strutture a risparmiare perché da oggi gli ospedali pubblici scozzesi acquisteranno da un singolo fornitore nazionale, anziché da una miriade di fornitori, come accadeva prima. Il tessuto di queste nuove divise aiuterà a combattere infezioni come il super-batterio MRSA e il C.difficile.
TORNA INDIETRO