domenica, 3 luglio 2022
Medinews
27 Giugno 2017

Safety and Antitumor Activity of Pembrolizumab in Advanced Programmed Death Ligand 1-Positive Endometrial Cancer: Results From the KEYNOTE-028 Study

The multicohort phase Ib KEYNOTE-028 (NCT02054806) study was designed to evaluate the safety and efficacy of pembrolizumab, an anti-programmed death 1 monoclonal antibody, in patients with programmed death ligand 1 (PD-L1) -positive advanced solid tumors. The results from the advanced endometrial cancer cohort are reported. Patients and Methods Female patients with locally advanced or metastatic PD-L1-positive endometrial cancer who … (leggi tutto)

Lo studio riporta i dati di 24 pazienti con carcinoma dell’endometrio avanzato e metastatico con espressione di PD-L1 > 1% trattate con pembrolizumab 10 mg/kg ogni 2 settimane nell’ambito del protocollo KEYNOTE 028. La popolazione era pesantemente pretrattata (62,5%) avendo ricevuto almeno 2 precedenti linee di trattamento per malattia metastatica. In questa popolazione, è stata riportata una proporzione di risposte obiettive al trattamento pari al 13,0% con il 13,5% di prolungate stabilizzazioni di malattia, suggerendo una interessante attività del farmaco in questo tumore. La tossicità è stata molto contenuta con fatigue, febbre, prurito e anoressia come eventi avversi più frequenti. L’immunoterapia sembra una strategia promettente nei tumori dell’endometrio particolarmente in quelli con elevata instabilità genomica e quindi i casi con mutazione di POLE e gli MSI.
TORNA INDIETRO