mercoledì, 21 aprile 2021
Medinews
23 Aprile 2013

RUOLO DELLA NEFRECTOMIA NEL CARCINOMA RENALE METASTATICO NELL’ERA DELLE TERAPIE TARGET

L’evidenza preliminare sembra a favore di un beneficio della procedura nei pazienti con prognosi buona e intermedia, ma è necessaria la loro inclusione in studi prospettici

Con l’avvento delle terapie target, le indicazioni della nefrectomia citoriduttiva devono essere ridefinite. Questa revisione, pubblicata sulla rivista World Journal of Urology (leggi abstract), raccoglie l’evidenza che guida le attuali indicazioni della procedura chirurgica nel trattamento del carcinoma renale metastatico nell’era delle terapie target. Ricercatori francesi dell’Angers University Hospital hanno condotto una revisione non sistematica nei database di PubMed e MEDLINE tra il 1980 e il 2012, limitando la ricerca agli studi pubblicati in lingua inglese. Due studi, sulla immunoterapia (EORTC 30947 e SWOG 8949), erano all’origine delle raccomandazioni sulla nefrectomia iniziale nei pazienti con carcinoma renale metastatico. Dall’introduzione degli inibitori dell’angiogenesi, ancora non esiste evidenza, di elevato livello, da studi prospettici che abbiano valutato l’indicazione della chirurgia nel tumore renale metastatico. Tuttavia, la chirurgia riveste tuttora una sua importanza nella gestione dei tumori primari e nelle metastasi con l’obiettivo di raggiungere un equilibrio ottimale tra morbilità, qualità di vita e sopravvivenza. La sequenza di trattamento con chirurgia e terapie target è ancora da definire, quindi, due studi prospettici randomizzati sono stati appositamente disegnati e stanno attualmente arruolando pazienti. In conclusione, dati preliminari di evidenza clinica da serie retrospettive sembrano a favore di un beneficio della chirurgia nei pazienti con prognosi buona o intermedia. Tuttavia, per chiarire le precise indicazioni della nefrectomia, gli autori raccomandano fortemente l’inclusione dei pazienti negli attuali studi prospettici.


Renal Cancer Newsgroup – Numero 4 – Aprile 2013
TORNA INDIETRO