Medinews
23 Settembre 2014

ROBERTA SILIQUINI PRIMA DONNA A GUIDARE IL CONSIGLIO SUPERIORE DI SANITÀ

Il Consiglio Superiore di Sanità, per la prima volta nella sua storia, è presieduto da una donna: Roberta Siliquini, direttore della Scuola di specializzazione di Igiene e Medicina preventiva dell’Università di Torino. I due vice presidenti sono invece Adelfio Elio Cardinale, professore di Radiologia all’Università di Palermo ed Eleonora Porcu, responsabile del Centro sterilità procreazione medica assistita presso l’Università di Bologna-Policlinico S. Orsola Malpighi. “Il Consiglio – ha sottolineato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin – è un organo scientifico consultivo fondamentale per il Ministro della salute e sono sicura che nella nuova composizione più snella, con una rappresentanza femminile numerosa e qualificata, con la guida autorevole della Presidente, dei due vicepresidenti e dei presidenti di sezione sarà in grado di garantire oltre all’altissimo valore scientifico anche pareri in tempi rapidi, necessari per le decisioni dell’organo di Governo”. Tra le questioni più urgenti che saranno affrontate già nelle prossime settimane dal Css la prescrizione di Gonadotropine a carico del Ssn (necessario al trattamento di induzione dell’ovulazione per il recupero di ovociti a fini riproduttivi) per la preservazione della fertilità nelle donne con patologie oncologiche che devono affrontare un percorso chemioterapico.
TORNA INDIETRO