lunedì, 25 ottobre 2021
Medinews
16 Settembre 2014

RIVALUTAZIONE DEL RUOLO DEGLI ANTIDEPRESSIVI NELLA DEPRESSIONE CORRELATA AL CANCRO: REVISIONE SISTEMATICA E META-ANALISI

Paroxetina, fluoxetina e mianserina migliorano i sintomi di depressione correlata al cancro, ma possono variare in termini di efficacia e tollerabilità. Precedenti revisioni che hanno valutato il ruolo degli antidepressivi nella depressione cancro-correlata hanno suggerito conclusioni contrastanti. Inoltre, queste revisioni non hanno esplorato le differenze di efficacia e tollerabilità tra antidepressivi. I ricercatori statunitensi, coordinati dai colleghi della Geisel School of Medicine at Dartmouth di Hanover, hanno condotto una meta-analisi per chiarire queste limitazioni. Gli autori dello studio pubblicato sulla rivista General Hospital Psychiatry (leggi abstract) hanno eseguito una ricerca sui database di Medline (1948 – 2013), Cochrane Library (1800 – 2013), Cumulative Index to Nursing and Allied Health Literature (1986 – 2013), ClinicalTrials.gov (2013) e abstract di congressi, includendo studi randomizzati che avevano comparato antidepressivi con placebo o nessun trattamento nella depressione correlata al tumore. Hanno inoltre utilizzando effetti random per calcolare le differenze medie standardizzate (SMD). Delle 5178 citazioni potenzialmente eleggibili, solo 9 studi clinici (che includevano 1169 soggetti) rientravano nei criteri di inclusione per l’analisi. Gli studi con mianserina hanno evidenziato una forte riduzione dei punteggi di depressione dopo ≥ 4 settimane di trattamento (SMD: 0.60, intervallo di confidenza [IC] 95%: 0.24 – 0.95). Analoghi risultati, ma meno potenti, sono stati osservati con paroxetina (SMD: 0.22, IC 95%: 0.01 – 0.42) e fluoxetina (SMD: 0.34, IC 95%: 0.02 – 0.66). Al contrario, non è stato riscontrato alcun vantaggio con amitriptilina o desipramina. Rispetto al placebo, la probabilità di abbandonare la terapia, per gli effetti collaterali, era più alta con fluoxetina e paroxetina e più bassa con mianserina. La qualità metodologica degli studi era di livello moderato. In conclusione, paroxetina, fluoxetina e mianserina migliorano i sintomi di depressione correlata al tumore, ma possono variare in termini di efficacia e tollerabilità. Sono dunque necessari studi clinici randomizzati, di alta qualità, sui nuovi agenti antidepressivi per identificare i trattamenti ottimali al fine di controllare la depressione correlata al cancro.
TORNA INDIETRO