mercoledì, 8 febbraio 2023
Medinews
6 Aprile 2010

RISCHIO DI CANCRO ALLA VESCICA DOPO TUMORE IN ETÀ PEDIATRICA

Sebbene il rischio assoluto di cancro vescicale in sopravviventi a un tumore sviluppato in età pediatrica sia basso, questo risulta quadruplicato rispetto alla popolazione generale. Il rischio più elevato è stato osservato in gruppi specifici di pazienti, per es. i sopravviventi al retinoblastoma ereditario e in quelli trattati con chemioterapia. I ricercatori dell’Università di Birmingham in Gran Bretagna hanno valutato il rischio di secondo tumore primario (SPT) alla vescica in una coorte di sopravviventi a un cancro in età pediatrica, hanno esaminato i fattori associati allo sviluppo di SPT alla vescica e comparato il rischio osservato con quello atteso nella popolazione generale. L’analisi ha incluso 17981 sopravviventi al cancro, diagnosticato in età pediatrica tra il 1940 e il 1991 in Gran Bretagna, per almeno 5 anni. La diagnosi di SPT alla vescica è stata ottenuta dai registri del Servizio Sanitario Nazionale (National Health Service Central Registers): sono stati accertati 17 casi di SPT alla vescica, che corrispondono a quattro volte il numero di tumori alla vescica atteso nella popolazione generale (intervallo di confidenza 95%: 2.5-6.4). Lo studio pubblicato nella rivista British Journal of Urology International (leggi abstract originale) ha indicato che i tassi di incidenza standardizzati (SIR) variavano significativamente (p < 0.05) per tipo di primo tumore primario (FPT), durata del follow-up, età raggiunta e chemioterapia. I rischi SIR più alti sono stati osservati nei sopravviventi al retinoblastoma ereditario (31.4), in quelli trattati con chemioterapia (12.0), dopo 0 – 9 anni di follow-up (10.8) e di età compresa tra 0 e 19 anni (9.3). L’eccesso di rischio assoluto (AER) per SPT alla vescica era 3.7 casi/100000 sopravviventi per anno. Il rischio AER variava significativamente in rapporto al tipo di FPT, durata del follow-up, età raggiunta e sesso. I rischi AER più alti sono stati osservati nei pazienti con diagnosi di retinoblastoma ereditario (34.0), follow-up di 20 – 29 anni (14.2), età di 40 – 49 anni (13.0) e maschi (5.8). In analisi di regressione multivariata di Cox, FPT e chemioterapia sono state significativamente associate al rischio di sviluppare SPT alla vescica. In definitiva, entro i 55 anni d’età, lo 0.4% dei sopravviventi a un cancro in età pediatrica ha sviluppato SPT alla vescica.
TORNA INDIETRO