sabato, 5 dicembre 2020
Medinews
12 Maggio 2011

RESEZIONE EPATICA IN PAZIENTI CIRROTICI OBESI O IN SOVRAPPESO

Può essere eseguita in sicurezza anche nelle persone obese o in sovrappeso che presentano cirrosi, sebbene la morbilità sia superiore rispetto agli altri pazienti

Il concomitante aumento dell’incidenza di obesità e di carcinoma epatico porterà in breve tempo a un maggior numero di pazienti cirrotici obesi o in sovrappeso che dovranno affrontare la procedura chirurgica e, oggi, poco è noto sulla mortalità e morbilità post-operatoria di questi pazienti. Lo studio pubblicato sulla rivista British Journal of Surgery (leggi abstract originale) ha esaminato gli esiti dopo epatectomia in relazione alla massa corporea in una popolazione omogenea di pazienti con cirrosi. I dati perioperatori di 235 pazienti cirrotici, sottoposti a epatectomia per carcinoma epatico, sono stati correlati al peso corporeo (inteso come indice di massa corporea, IMC): normale (IMC: 18.5 – 24.9 kg/m2), sovrappeso (IMC: 25.0 – 29.9 kg/m2) e obeso (IMC almeno 30.0 kg/m2). Le complicanze dopo la procedura chirurgica sono state classificate secondo l’Accordion Severity Classification of Postoperative Complications esteso (T92). Nel totale dei pazienti, 101 (43.0%) erano normopeso, 88 (37.4%) in sovrappeso e 46 (19.6%) erano obesi, nessuno era sottopeso. I gruppi di pazienti obesi e in sovrappeso erano rappresentati da una preponderanza del sesso maschile (p = 0.024) e i disturbi metabolici erano frequentemente causa della cirrosi in questi pazienti (p < 0.001 e p = 0.014, rispettivamente per cirrosi da epatite non-B/non-C e alcolica). Gli esami di funzionalità epatica, lo stadio tumorale e l’estensione dell’epatectomia non erano significativamente differenti tra i diversi gruppi di IMC, ma i pazienti obesi o in sovrappeso soffrivano più frequentemente di complicanze respiratorie lievi (p = 0.044). Gravi complicazioni e insufficienza d’organo (incluso il fegato) non erano invece significativamente alterate dall’IMC.


Liver Cancer Newsgroup – Numero 5 – Maggio 2011
TORNA INDIETRO