sabato, 25 settembre 2021
Medinews
25 Settembre 2009

RELAZIONE TRA DEPRESSIONE E PROGRESSIONE DEL CANCRO/MORTALITÀ NEI PAZIENTI ONCOLOGICI

Una meta-analisi condotta da psicologi della University of British Columbia di Vancouver suggerisce un’associazione tra depressione e mortalità, non invece con la progressione della malattia, nei pazienti oncologici. Il rischio anche se statisticamente significativo è tuttavia abbastanza limitato. L’effetto della depressione perdura anche dopo aggiustamento per fattori prognostici clinici, il che suggerisce che la depressione può avere un ruolo causale. L’85% dei pazienti oncologici e il 71.4% degli oncologi ritiene che le condizioni psicologiche possano influenzare il decorso della malattia, anche se ad oggi non era stata dimostrata evidenza clinica. I ricercatori hanno utilizzato i database online di MEDLINE, PsycINFO, CINAHL e EMBASE per identificare studi prospettici che avevano esaminato l’associazione tra sintomi depressivi e/o depressione maggiore/minore e rischio di progressione della malattia o mortalità nei pazienti oncologici. Dalla valutazione di 26 studi per un totale di 9417 pazienti, l’analisi non ha evidenziato un effetto significativo sulla progressione del cancro (3 studi disponibili) (risk ratio [RR] non aggiustato = 1.23; intervallo di confidenza [IC] 95%: 0.85-1.77; p = 0.28). Invece, l’analisi di 25 studi indipendenti ha mostrato che la percentuale di mortalità aumentava fino al 25% in più nei pazienti che avevano sintomi depressivi (RR non aggiustato = 1.25; IC 95%: 1.12-1.40; p < 0.001) e fino al 39% in più in quelli con depressione maggiore o minore (RR non aggiustato = 1.39; IC 95%: 1.10-1.89; p = 0.03). Non esiste evidenza che l’aggiustamento per fattori prognostici clinici conosciuti diminuisca l’effetto della depressione sulla mortalità nei pazienti oncologici: ciò sostiene l’interpretazione causale dei risultati. Gli autori dello studio pubblicato nella rivista Cancer (leggi abstract originale), infine, avanzano raccomandazioni per l’attuazione di studi futuri che esaminino chiaramente l’effetto della depressione sugli esiti dei malati di cancro.
TORNA INDIETRO