giovedì, 23 maggio 2024
Medinews
6 Ottobre 2017

Re-treatment with radium-223: first experience from an international, open-label, phase I/II study in patients with castration-resistant prostate cancer and bone metastases

Six radium-223 injections at 4-week intervals is indicated for patients with castration-resistant prostate cancer and symptomatic bone metastases. However, patients usually develop disease progression after initial treatment. This prospective phase I/II study assessed re-treatment safety and efficacy of up to six additional radium-223 injections. Patients had castration-resistant prostate cancer and bone metastases and six initial radium-223 injections with no on-treatment bone … (leggi tutto)

Radium 223 costituisce una delle opzioni di trattamento nel paziente affetto da carcinoma della prostata con metastasi ossee sintomatiche e in fase di resistenza alla castrazione. Questo studio multicentrico internazionale, prospettico ha valutato il profilo di tollerabilità di un re-challenge con radium 233 in una popolazione con le stesse caratteristiche di quella trattata nell’ambito dello studio registrativo di radium (Alsympca). Oliver Sartor riporta come in 44 pazienti che avevano ricevuto un re-challenge con il radium 233 non sono stati rilevati eventi avversi inaspettati o di grado maggiore rispetto a quanto già rilevato in precedenti esperienze con lo stesso radium 223. Anche i dati preliminari di attività clinica risultano incoraggianti.
Questo studio non modifica l’approccio terapeutico al carcinoma della prostata metastatico e resistente alla castrazione, ma lascia intravedere, in situazioni selezionate, un possibile ruolo di radium 223 anche dopo i 6 cicli terapeutici oggi considerati standard.
TORNA INDIETRO