mercoledì, 8 febbraio 2023
Medinews
8 Giugno 2010

RASI (AIFA), AL VIA NUOVO PROGETTO QUALITA’

“Vogliamo che l’Aifa diventi promotore internazionale del superamento della bioequivalenza come unico driver per assicurare l’uguaglianza terapeutica che ci vuole”. Lo ha dichiarato Guido Rasi, direttore generale dell’Aifa, annunciando a margine della 16esima Conferenza annuale Ega, che ha riunito a Roma i principali produttori europei di farmaci equivalenti, il nuovo ‘Progetto Qualità del Farmaco’. “Sono contento che il legislatore abbia puntualizzato che l’Aifa debba trovare modalità per mantenere la qualità, si e’ trattato di un segnale di grande attenzione – ha proseguito – ma posso dire che eravamo già avanti in questo discorso perché nel consiglio di amministrazione era già stato approvato il ‘Progetto Qualità del Farmaco’. Il generico si basa sulla bioequivalenza – ha poi spiegato Rasi – che e’ un termine di legge: sarà fatta e in termini eccepibili, però non basta. Oggi abbiamo spettrometrie di massa, simulatori della tossicità, simulatori della bioequivalenza nell’uomo e per questo all’Aifa abbiamo già coinvolto le maggiori competenze tecnico-scientifiche: stiamo coinvolgendo il Cnr, varie università italiane, uno dei più grossi centri di spettometria di massa europeo, in Irlanda. Abbiamo in altre parole messo intorno al tavolo ‘della qualità’ le maggiori esperienze”, ha concluso il direttore generale dell’Agenzia italiana del farmaco.
TORNA INDIETRO