mercoledì, 6 luglio 2022
Medinews
16 Gennaio 2012

QUALITÀ DI VITA LEGATA ALLA SALUTE IN SOPRAVVIVENTI 5 ANNI DOPO RESEZIONE DEL CANCRO ALL’ESOFAGO

La qualità di vita legata alla salute (HRQL) nella maggior parte di questi pazienti si avvicina a quella della popolazione normale. I ricercatori del Karolinska Institutet di Stoccolma hanno esaminato una coorte prospettica nazionale svedese e di popolazione costituita da pazienti con cancro esofageo trattati chirurgicamente tra il 2001 e il 2005 e sopravvissuti per 5 anni. La HRQL è stata valutata 6 mesi, 3 e 5 anni dopo la procedura chirurgica attraverso i questionari EORTC QLQ-C30 (European Organisation for Research and Treatment of Cancer Quality of Life Questionnaire C30) and EORTC QLQ-OES18 (modulo sito-specifico della malattia per il cancro all’esofago). Test t per dati appaiati sono stati utilizzati per valutare le variazioni della HRQL nel tempo, che sono state classificate come HRQL ‘migliorata’, ‘stabile’ o ‘peggiorata’. La regressione lineare multivariata è stata utilizzata per calcolare la differenza media di punteggio della HRQL, con intervalli di confidenza (IC 95%), tra i pazienti e una popolazione di confronto per categoria di HRQL. I risultati dello studio pubblicato sulla rivista Journal of Clinical Oncology (leggi abstract originale) hanno indicato che dei 153 pazienti eleggibili, ancora viventi dopo 5 anni, 117 (76%) hanno risposto alle valutazioni della HRQL, mentre in un campione casuale di 6969 svedesi adulti che costituivano la popolazione di confronto, 4910 (70.5%) hanno partecipato alla valutazione. Per la maggior parte dei pazienti, la HRQL è rimasta stabile o è migliorata nel tempo ed è risultata comparabile a quella della popolazione normale. Nei pazienti che hanno manifestato un peggioramento della HRQL nel tempo, le differenze di punteggio medio erano ampie e clinicamente significative per tutte le misure. Ad esempio, 5 anni dopo la chirurgia la funzione fisica è rimasta stabile o è migliorata nell’86% dei pazienti che presentavano un punteggio medio (87) simile a quello della popolazione di confronto (88), mentre il 14% che manifestava una HRQL peggiore aveva un punteggio medio nettamente più basso (56). In conclusione, la maggior parte dei pazienti con cancro esofageo sopravviventi 5 anni dopo la procedura di asportazione chirurgica dell’esofago recupera una HRQL comparabile a quella della popolazione normale, anche se un sottogruppo di pazienti ha una peggiore qualità di vita.
TORNA INDIETRO