venerdì, 27 novembre 2020
Medinews
2 Dicembre 2008

PUGLIA: VENDOLA, SANITA’ ELETTRONICA IMPORTANTE INNOVAZIONE

“La sanità elettronica è un grande processo di razionalizzazione e di trasparenza, e’ la possibilità del sistema sanitario di conoscere se stesso, di disboscarlo, di fare emergere tutto quello che talvolta si perde nei sottofondi di mille sottosistemi e quindi, per noi, è un bellissimo e importantissimo traguardo che oggi comincia a diventare realtà”. Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, presentando il Sistema integrato di comunicazione nella sanità e i progetti di sanità elettronica regionale, con l’assessore alla salute della Regione Puglia, Alberto Tedesco, con il consulente del presidente Vendola per la Sanità, Tommaso Fiore e con il dirigente del servizio comunicazione istituzionale della presidenza della Regione Puglia, Eugenio Iorio. “La Puglia – ha detto Tedesco illustrando i progetti – è una delle regioni d’Italia con un complessivo sistema informativo molto avanzato” e questo “ci consente di introdurre importanti processi d’innovazione relativi a modelli assistenziali e processi burocratici per semplificare il rapporto tra il cittadino e il servizio sanitario”. Secondo Tedesco si tratta di “una delle più importanti modernizzazioni del servizio sanitario” che consente di renderlo “meglio accessibile e ci consente di poterlo padroneggiare attraverso strumenti informativi ed informatici che – ha spiegato – ci permetteranno di avere in tempo reale informazioni sulle principali azioni del servizio sanitario di questa regione”. Da circa un anno e mezzo è in funzione il Tavolo della Sanità elettronica regionale che ha sostanzialmente la funzione di coordinare tutti i percorsi correlati “per rendere tutte le scelte della Regione non solo fruibili nel suo complesso ma anche organiche – ha aggiunto Tedesco – all’interno di questo processo che sta crescendo”. Tra i progetti che dal 2009 saranno avviati, con un finanziamento regionale totale di 113.053.000,00 euro ci sono: il nuovo sistema informativo sanitario regionale, il sistema informativo sanitario territoriale e la rete dei MMG, il portale regionale della Salute, il nuovo sistema informativo dell’emergenza urgenza sanitaria territoriale, il nuovo sistema informativo di telecardiologia, l’evoluzione della Rurar di Puglia nel sistema pubblico di connettività. Tommaso Fiore ha sottolineato l’importanza del lavoro di raccolta realizzato a monte per la concretizzazione di questi progetti “per il miglioramento dei rapporti tra servizio sanitario regionale e cittadini”. Eugenio Iorio ha, invece, evidenziato che dal punto di vista della comunicazione “questo modello in Italia e’ il primo ad esistere”.
TORNA INDIETRO