martedì, 27 luglio 2021
Medinews
1 Aprile 2017

Prevalence of lymph node metastasis and prognostic significance of lymphadenectomy in apparent early-stage malignant ovarian sex cord-stromal tumors

The aim of this retrospective population-based study was to investigate the prevalence of lymph node metastasis in patients with apparent early stage malignant sex cord-stromal tumors (SCSTs) and the effect of regional lymph node sampling/lymphadenectomy (LND) on their survival. A cohort of patients diagnosed with malignant SCSTs between 1988 and 2012 was drawn from the National CancerInstitute’s Surveillance, Epidemiology, and End Results ..(leggi tutto)

Lo studio analizza retrospettivamente la casistica del SEER su 1.156 pazienti con tumori ovarico-stromali di cui il 13,5% in stadio iniziale (I e II secondo FIGO). In questa popolazione, l’incidenza di metastasi linfonodali è solo del 3,3%, pertanto la linfoadenectomia non è giustificata. Peraltro confrontando le pazienti che avevano o meno ricevuto una linfoadenectomia, la sopravvivenza non cambiava ad ulteriore sostegno della non necessità di effettuare la linfoadenectomia.
TORNA INDIETRO