venerdì, 19 luglio 2024
Medinews
19 Novembre 2012

PRESCRIZIONE DI OPPIOIDI NEL DOLORE ONCOLOGICO DURANTE GLI ULTIMI TRE MESI DI VITA

Secondo i ricercatori londinesi del Cicely Saunders Institute, King’s College, morfina e diamorfina rimangono fondamentali nel trattamento del dolore oncologico nel Regno Unito. Lo studio di coorte nazionale ha valutato la tendenza negli ultimi 9 anni e le caratteristiche associate alla prescrizione di analgesici oppioidi in malati oncologici terminali nel Regno Unito, utilizzando i dati di 29825 pazienti che avevano ricevuto diagnosi di uno dei cinque tumori più comuni, cioè cancro del polmone (34.2%), colon-retto (19.9%), mammella nelle donne (21.6%), prostata (19.1%) e testa-collo (5.2%), registrati nello United Kingdom General Practice Research Database e deceduti tra il 2000 e il 2008. In questo studio di popolazione sono stati descritti i tassi di prescrizione di oppioidi negli ultimi 3 mesi di vita. Le caratteristiche associate alla prescrizione degli oppioidi sono state analizzate con l’utilizzo di modelli basati su equazioni di stima generalizzate. I risultati dello studio pubblicato sulla rivista Journal of Clinical Oncology (leggi abstract) indicano che negli ultimi 3 mesi di vita, il 43.6% dei pazienti (IC 95%: 43.0 – 44.2) aveva ricevuto almeno una prescrizione di oppioidi, cioè di morfina (33.4%, IC 95%: 32.8 – 33.9), diamorfina (11.6%, IC 95%: 11.2 – 11.9) e derivati della famiglia del fentanile (10.2%, IC 95%: 9.8 – 10.5). Nel tempo, i tassi di prescrizione di oppioidi predominanti sono aumentati in specifici periodi, specialmente l’ossicodone. I pazienti più anziani (età > 60 anni) avevano significativamente meno possibilità di ricevere oppioidi rispetto ai più giovani (età < 50 anni) (range di quoziente di prevalenza [PR]: 0.14 – 0.78), anche dopo aggiustamento per le comorbilità. Le donne avevano probabilità leggermente superiori di ricevere qualsiasi tipo di oppioide rispetto agli uomini (PR 1.07, IC 95%: 1.04 – 1.11). Morfina e diamorfina (range di PR: 1.14 – 1.56) erano più comunemente prescritte per i tumori del polmone e del colon-retto, mentre gli oppioidi della famiglia del fentanile lo erano più per i tumori di testa e collo (PR 1.39, IC 95%: 1.19 – 1.62) che per quelli della prostata. In conclusione, morfina e diamorfina restano i capisaldi nel trattamento del dolore oncologico nel Regno Unito. I tassi di prescrizione degli oppioidi sono in aumento, ma sono più bassi nei pazienti più anziani, per tutta la classe di farmaci. Ciò suggerisce, quindi, la necessità di porre maggiore attenzione a questa popolazione.
TORNA INDIETRO