domenica, 5 febbraio 2023
Medinews
15 Giugno 2010

PIEMONTE: FERRERO, SCREENING ONCOLOGICI INTERVENTI STRATEGICI PRIORITARI

Sono stati circa 300 mila gli esami di screening oncologici rivolti alle donne effettuati in Piemonte nel 2009 e circa 600 mila le piemontesi invitate a prendere parte a uno dei due programmi di ‘Prevenzione serena’, quello mammografico e quello della cervice uterina. I tumori individuati sono stati 1700, dei quali 800 al seno e 900 al collo dell’utero. I dati sono stati resi noti in occasione del workshop ‘Risultati del programma regionale di screening mammografico’, organizzato dalla Regione Piemonte e dal Centro di Riferimento per l’Epidemiologia e la Prevenzione Oncologica in Piemonte a Torino. ”Il problema della diagnosi e della cura dei tumori – ha commentato l’assessore alla tutela della salute e sanità piemontese, Caterina Ferrero – rimane uno dei nodi più impegnativi che il Servizio sanitario pubblico si trova a dover sciogliere. Se, dal punto di vista clinico, non mancano incertezze e criticità, in termini organizzativi e gestionali, i problemi che ne derivano risultano altrettanto complessi”. ”Oggi, l’attuazione degli screening oncologici in Piemonte rimane uno degli interventi strategici prioritari. Fondamentale – conclude l’assessore Ferrero – anche la formazione degli operatori, finalizzata a garantire migliore qualità professionale, tecnica e organizzativa, oltre che all’integrazione dei percorsi diagnostico-terapeutici ed alla valutazione dell’impatto di questi programmi sul livello di salute specifico e complessivo della popolazione regionale”.
TORNA INDIETRO