lunedì, 4 luglio 2022
Medinews
19 Marzo 2012

PER CURARSI GLI ITALIANI PREFERISCONO LOMBARDIA, EMILIA E VENETO

Sono 821.804 gli italiani che nel 2010 hanno lasciato la propria regione di residenza per andare a farsi curare nelle strutture sanitarie, pubbliche e private accreditate, di altre regioni. Le strutture più richieste sono state quelle di Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Lazio e Piemonte. È quanto emerge dalle tabelle sui saldi di mobilità interregionale per il riparto delle risorse per il SSN per l’anno 2012, approvate dalla Conferenza delle Regioni, e dal rapporto sulle schede di dimissione ospedaliera del Ministero della Salute. In particolare, i dati mostrano che la Lombardia è la regione che vanta i maggiori crediti dalle altre regioni per le prestazioni sanitarie offerte ai loro cittadini, pari a oltre 768 milioni di euro. A ruota vengono Emilia Romagna con 555 milioni, Veneto con 305, Lazio con 317 milioni e Piemonte con 224 milioni. Le regioni con un saldo negativo invece, dove il rapporto tra i debiti da pagare alle altre regioni e i crediti per le prestazioni elargite hanno il segno meno, sono la Campania con -298 milioni, la Calabria con -236 milioni, la Sicilia con -201, la Puglia con -173 e il Lazio con -102.
TORNA INDIETRO