martedì, 24 novembre 2020
Medinews
10 Dicembre 2008

PATOGENESI MOLECOLARE E TARGET THERAPY NELL’EPATOCARCINOMA

L’epatocarcinoma (HCC) rappresenta il quinto tipo di tumore più frequente nel mondo e, per mancanza di opzioni di trattamento, ne è anche la terza causa di morte. L’incidenza di HCC è in continua crescita in Europa e Nord America e può essere spiegata, almeno in parte, con la diffusione dell’infezione da virus dell’epatite C. La chemioterapia sistemica non è il trattamento indicato per la maggior parte di questi pazienti, mentre sembra più promettente la target therapy. Le caratteristiche principali di questa terapia sono presentare nell’articolo pubblicato recentemente nella rivista Onkologie (leggi abstract originale). Il successo della target therapy deriva dall’inibizione delle vie necessarie alla crescita tumorale, anche negli stadi tardivi della carcinogenesi. I fattori chiave p16/Rb, p53 e IGF2R e le alterazioni oncogeniche di telomerasi, c-myc, Wnt/beta-catenina, PI3K/Akt, hedgehog e c-met/HGF sono i meccanismi più frequentemente coinvolti nell’epatocarcinogenesi umana. Tuttavia, al momento, il target più affascinante per la terapia molecolare dell’HCC sembra essere il fattore di crescita vascolare dell’endotelio (VEGF).


Liver Cancer Newsgroup – Numero 4 – Dicembre 2008
TORNA INDIETRO